'Dipende tutto da te', disperazione della precarietà

'Dipende tutto da te', disperazione della precarietà
di Ansa

(ANSA) - GENOVA, 19 MAR - "Dipende tutto da te" è il titolo del nuovo progetto scritto e diretto dal regista Daniele Ceccarini, sulla drammatica precarietà del mondo del lavoro nella società attuale, girato tra Milano e La Spezia. Il protagonista è Matteo Taranto che ricopre il ruolo di un giovane uomo che vive solo con il figlio (interpretato da Leon Carassale) e improvvisamente perde il lavoro, cosa q ed è costretto a trasformare la sua vita reinventandosi rider per una multinazionale di food delivery. Il film racconta quello che stiamo vivendo, la difficoltà di affrontare il mondo del lavoro oggi in una società dove non esiste paracadute per chi affronta le difficoltà. "Il film - ha detto Ceccarini - è una denuncia della ferocia del mondo del lavoro oggi, che vede la perdita di qualsiasi tutela, la fragilità e la debolezza delle persone che hanno bisogno e si trovano davanti un mondo spietato e crudele, in cui non c'è spazio e rispetto per la dignità della persona. Di fronte a loro, giganti potenti. senza anima che possono tutto, irraggiungibili in paradisi fiscali, neanche troppo lontani. Il corto è un grido disperato per la dignità del lavoro, che nasce dall'esigenza raccontare un momento storico, un mondo dove non esistono più tutele e la durezza di questa società". Nel cast Roberto Alinghieri nel ruolo del direttore del personale. Musiche di Riccardo D'Ambra dei Visibì, che nel corto interpreta se stesso. La fotografia è di Francesco Tassara. (ANSA).