Catalogna, Italia

redazione

Catalogna, Italia
di Cinematografo

Vogliamo far conoscere la nostra cultura all’Italia”, è con questo intento che Luca Bellizzi, capo della delegazione italiana del governo della Catalogna, ha deciso di far nascere il festival della cultura catalana che si svolgerà a Roma dal 16 al 18 aprile.

Proprio in occasione della Festa di Sant Jordi, patrono della Catalogna che sconfisse il drago e poi colse una rosa dal cespuglio germogliato dal sangue del mostro da donare alla principessa liberata di nome Sabra. Una tradizione festeggiata con grande entusiasmo ed allegria dai catalani e durante la quale le strade delle città e dei paesi si popolano di bancarelle piene di libri e rose e di gente pronta a comprarli per regalarli alle persone amate.
Il Festival della cultura Catalana, alla sua prima edizione, avrà inizio il 16 aprile con la presentazione de Il romanzo di San Jordi di Màrius Serra. Appuntamento con l’autore alle ore 18.00 presso la Casa delle Letterature in Piazza dell’Orologio. Il libro uscirà il 17 aprile con Marcos y Marcos, partner dell’iniziativa. La vicenda narrata è collocata a Barcellona durante la famosa festa di San Jordi: un assassino letterario minaccia gli autori di bestsellers. L’incontro con Serra sarà tenuto dal critico e traduttore specializzato in cultura ispanica Matteo Lefèvre e sarà preceduto alle 16,30 da una lezione di introduzione alla lingua catalana condotta Isabell Turull, professoressa ordinaria di lingua catalana all’Università Sapienza di Roma dal 1987, in collaborazione con l’Associazione Italiana di Studi Catalani (AISC).

Sempre nel corso di questa prima giornata, al Cinema Farnese in Piazza Campo de’ Fiori 56 dalle 19.00, saranno proiettati Estate 1993 di Carla Simón e Formentera Lady, alla presenza del regista Pau Durà. Entrambi i film saranno introdotti dal giornalista e critico cinematografico Federico Pontiggia.

Cinematografo.