Tiscali.it
SEGUICI

Cannes, le star in arrivo e i tre scandali annunciati. La scena recitata dalla quindicenne

Il festival è partito con le lacrime di Michael Douglas e il redivivo Johnny Depp. Nei prossimi giorni si attendono Cate Blanchett, DiCaprio e Natalie Portman. E montano gli scandali con The Idol e Le Retour

Emanuele Bigidi Emanuele Bigi   

La 76^ edizione del Festival di Cannes (16-27 maggio) è partita nel segno di Johnny Depp e del trio famigliare formato da Michael Douglas, Catherine Zeta Jones e dalla figlia Carys. L’attore di Wall Strett, alla veneranda età di 78 anni, è stato celebrato in apertura di kermesse con la consegna della Palma d’oro alla carriera e s’è fatto scappare la lacrimuccia davanti alla platea in piedi, a Uma Thurman, alla madrina Chiara Mastroianni, e a un’icona del cinema francese come Catherine Deneuve, che dall’emozione di condividere il palco con la figlia, si è dimenticata di dichiarare aperta la rassegna.

Cannes 2023 e la rinascita di Johnny Depp?

Il festival segna la rinascita di Johnny Depp, accolto da un bagno di folla in occasione dell’anteprima mondiale di Jeanne Du Barry, il film di Maiwenn in cui l’attore feticcio di Tim Burton interpreta Re Luigi XV, innamorato della cortigiana Du Barry, interpretata dalla stessa regista. Il divismo serpeggia lungo la montée des marches in questa edizione ricca, anzi ricchissima di star. All’inaugurazione hanno sfilato Helen Mirren che si è fatta notare con i suoi capelli blu, Charlotte Casiraghi e Beatrice Borromeo, Brie Larson, l’attrice di Mrs Marvels e tra i giurati che dovranno assegnare la Palma d’oro. E siamo solo all’inizio. 

Il mega party di Indiana Jones

Sono tanti gli attori attesi in quel di Cannes. Tutti attendono Leonardo DiCaprio e Robert De Niro, protagonisti dell’attesissimo Killer of The Flowers Moon di Martin Scorsese, che arriverà nelle sale solo a ottobre. Tre ore e trenta di puro cinema. E non sono da meno il parterre attoriale che accompagnerà l’ultimo capitolo di Indiana Jones, capitanato da Harrison Ford. Per il 18 maggio è previsto un mega party sulla spiaggia di fronte all’hotel Carlton, un omaggio all’attore che per l’ultima volta lo vedremo usare la frusta di Indy. Con lui Mads Mikkelsen, Phoebe Waller-Bridge (Fleabag) e Antonio Banderas. Indiana Jones e il Quadrante del Destino uscirà nei cinema il 28 giugno.

Le altre dive: Scarlett Johansson, Marillon Cotiard, Cate Blancett

Si affacceranno sulla croisette anche Sean Penn, Marion Cotillard, protagonista di Little Girl Blue, Jude Law nel film Firebrand, Natalie Portman, madrina del Trophée Chopard e interprete, insieme a Julianne Moore, di May December di Todd Haynes. Ritorna a Cannes un habitué del festival, Wen Anderson con il suo Asteroid City, accompagnato da un cast d’eccezione formato da Scarlett Johansson e Tom Hanks. Cate Blanchett sarà la protagonista di The New Boy, nella sezione Un Certain Regards, e dell'incontro organizzato Kering intitolato Woman in Motion, a cui parteciperanno, tra le altre anche Michelle Yeoh, recente vincitrice dell’Oscar, Katie Holmes ed Eva Logoria.

Gli scandali a Cannes 2023: The Idol con la figlia di Johnny Depp e Le Retour?

Come ogni edizione che si rispetti non possono mancare polemiche e scandali. Johnny Depp ha già fatto parlare di sé, ora tutti attendono sua figlia Lily Rose Depp, interprete, insieme The Weeknd, della serie The Idol (dal 5 giugno su Sky e Now) che promette scintille. Sarà più cupa, pazza e fuori degli schemi di Euphoria. La garanzia? Sam Levinson, anche ideatore della serie che ha lanciato Zendaya. Farà parlare di sé anche Le Retour della francese Catherine Corsini. Il film è stato attaccato dalla stampa francese per la mancanza di tutela dei minori, nonché di maltrattamento dei membri della troupe e dei giovani attori prima e durante le riprese in Corsica. Al centro della questione c’è una scena di masturbazione recitata da un’attrice esordiente che all’epoca aveva 15 anni: sembra che la produzione avesse omesso di dare informazione agli organi preposti alla tutela della minorenne. La Corsini ha risposto alle accuse con una lettera e il film è stato ammesso in concorso a Cannes. Vedremo se la polemica monterà sui media anche in questi giorni.

Emanuele Bigidi Emanuele Bigi   
Speciale Sanremo 2024
I più recenti
Una scena di Lo chiamavano Trinità e Terence Hill oggi (da Shutterstock)
Una scena di Lo chiamavano Trinità e Terence Hill oggi (da Shutterstock)
Gianmarco Tognazzi (Ansa), a destra il padre Ugo nella prime delle scene con la supercazzola di...
Gianmarco Tognazzi (Ansa), a destra il padre Ugo nella prime delle scene con la supercazzola di...
Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...