"Vallanzasca" conquista gli Usa, Stuart: "Basta polemiche"

'Vallanzasca' conquista gli Usa, Stuart: 'Basta polemiche'
TiscaliNews

L'equazione italiano-bandito paga ancora una volta. Dopo le polemiche esplose in Italia prima dell'uscita di Vallanzasca - Gli angeli del male, Michele Placido si gode i consensi ottenuti negli Stati Uniti dalla premiere hollywoodiana del suo film. Il film, liberamente ispirato al libro Il fiore del male del giornalista Carlo Bonini e sostenuto dal successo editoriale del romanzo Vallanzasca di Vito Bruschini, è uscito nelle sale italiane il 21 gennaio e ha avuto un buon ritorno di pubblico.

Kim Rossi Stuart: "Il film non rispecchia esa la realtà" - Kim Rossi Stuart, che aveva difeso apertamente il film essendo il protagonista, ora ritorna sulle polemiche. "Sono molto felice perché il successo dell'opera a Hollywood risarcisce parzialmente Michele Placido ed il sottoscritto dopo le polemiche di Venezia - ha detto l'attore -. Il nostro è un semplice film che non rispecchia esattamente la realtà - ha detto Kim Rossi Stuart -, eppure in Italia è stato aspramente criticato per essere figlio di un cultura della violenza e del cinismo".

I favori del pubblico americano - "Da un giornalista poi mi sono sentito dire che non avrebbe potuto parlare bene del film perché il Vallanzasca che io interpreto è troppo piacione - ha aggiunto l'attore -. Ma lui era così, piaceva alle donne, aveva carisma. Gli ho chiesto se lo aveva mai conosciuto e mi ha risposto: 'Beh, no'. Forse il pubblico americano sarà in grado di godersi il film proprio perché meno consapevole della storia che lo ha generato".