Tiscali.it
SEGUICI

"Vacanze di Natale", 40 anni fa il primo cinepanettone. Ma De Sica non faceva coppia con Boldi

TiscaliNews   
'Vacanze di Natale', 40 anni fa il primo cinepanettone. Ma De Sica non faceva coppia con Boldi

"È il nostro film più riuscito. È la foto di un'epoca buffa, sentimentale, caustica. Uno stracult". Carlo Vanzina festeggia i primi 40 anni di "Vacanze di Natale, il film che diede poi inizio alla tradizione del Cinepanetone. Era il 1983 e Vanzina, che scrisse il film insieme al fratello Carlo su richiesta di Aurelio de Laurentiis, intervistato da Repubblica, spiega il perché di un successo travolgente: "Lo abbiamo scritto facendo quello che un grande partito di sinistra dovrebbe fare oggi". "Girando per Roma. In autobus, allo stadio, in discoteca. Osservando la gente. Come fai a raccontare se stai chiuso sempre nella stessa stanza, con le stesse persone?".

"Era una cronaca precisa di un tempo che stava cambiando. Di una certa borghesia che puntava sull'avere e non sull'essere. Lo abbiamo cercato di fare con un approccio franco, divertente ma anche drammatico. Abbandonando ogni moralismo. Ripeto: noi lo abbiamo fatto senza saperlo. Ma visto oggi Vacanze di Natale è stato un mattoncino del racconto di un cambiamento sociologico che fino a quel momento non era mai stato intercettato".

Il film ambientato a Cortina raccontava le vacanze di Natale di alcune famiglie, tra gag, intrecci e gaffe. Nel cast c'era Christian De Sica ma non Massimo Boldi: la coppia per eccellenza dei cinepanetoni nacque qualche anno più tardi. Con de Sica recitavano invece Jerry calà e Claudio Amendola che allora aveva capelli lunghissimi. Nel cast anche la bionda inglese Karina Huff (che è morta nel 2016), Moana Pozzi e Stefania Sandrelli.

"Le ragioni del successo di Vacanze di Natale sono diverse. Ma una è più precisa delle altre: il tempo ha battuto l'ideologia. Mi spiego meglio. Esisteva un certo tipo di mondo, e anche di cinema, che pretendeva di spiegare la realtà senza guardarla. Aveva un impianto ideologico e non si è reso conto di quello che invece gli stava accadendo intorno. Con quel film noi abbiamo raccontano un pezzo di Paese che avevamo di fronte e che nessuno guardava, un po' schifato". Così Enrico Vanzina, in un'intervista a 'Repubblica' in vista del quarantesimo anniversario di 'Vacanze di Natale' che cadrà nel 2023.

Quasi quasi ci scappa il sequel

Quanto a un possibile remake o sequel, "mi chiedono spesso di rifare Vacanze di Natale. L'unico che può, è Aurelio De Laurentiis. Con me. Sono passati 40 anni, se lui lo volesse rifare, vediamo che succede".

 
TiscaliNews   
Speciale Sanremo 2024

I più recenti

Leonardo Pieraccioni e Margherita Buy (Shutterstock)
Leonardo Pieraccioni e Margherita Buy (Shutterstock)
Scorsese fra DiCaprio e De Niro sul set di Killers Of The Flower Moon
Scorsese fra DiCaprio e De Niro sul set di Killers Of The Flower Moon
Mark Whalberg in versione ultrà cattolico oggi, ai tempi del successo come Marky Mark e divo del cinema (da Instagram)
Mark Whalberg in versione ultrà cattolico oggi, ai tempi del successo come Marky Mark e divo del cinema (da Instagram)
Sabrina Ferilli, il ritorno in Gloria e quei tanti no che le hanno salvato la vita
Sabrina Ferilli, il ritorno in Gloria e quei tanti no che le hanno salvato la vita

Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...