Tarantino: "Brad Pitt è il mio Robert Redford"

Tarantino: 'Brad Pitt è il mio Robert Redford'
TiscaliNews

Per Quentin Tarantino, Brad Pitt  è come Robert Redford. Il regista più "pulp" di Hollywood, in occasione dell'uscita americana del suo ultimo film Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds) elogia il suo nuovo pupillo sul set, paragonandolo al divo che fece sognare le donne negli anni Sessanta e Settanta. "Pitt è diventato famoso nel 1991 con Thelma e Louise, io nel 1992 con Le Iene, lo seguo da allora e mi è piaciuto seguirlo nel corso degli anni", ha raccontato il regista alla presentazione del film. "E' un attore meraviglioso e mi sento come doveva sentirsi Sydney Pollack mentre girava "Jeremiah Johnson" e osservava Robert Redford recitare. Brad ha le stesse qualità, che risplendono attraverso la cinepresa".

Aldo Raine un personaggio perfetto per Brad Pitt - Il regista di Pulp Fiction racconta che da tempo pensava a un ruolo per Pitt, protagonista del film nel ruolo dello spietato tenente Aldo Raine, incaricato di guidare una missione segreta per diffondere il panico tra le truppe naziste, durante la Seconda Guerra Mondiale. "Ho pensato a lungo di inventare un personaggio perfetto per Brad Pitt, per poter avere una collaborazione con lui speciale come un fuoricampo di Babe Ruth", ha detto il regista al sito parade.com.

I Basterds a caccia di Hitler - Mentre scrivevo questo film ho capito che il leader dei "Basterds" sarebbe stato il personaggio giusto per lui. Allora gli ho spedito la sceneggiatura, ci siamo incontrati", ha svelato Tarantino, "e dopo una lunga notte a parlare di cinema, e qualche bottiglia di vino, era pronto a firmare l'accordo". Il film, ispirato all'italianissimo Quel maledetto treno blindato del 1978, racconta la storia di un manipolo di soldati ebrei americani, guidati da Pitt appunto, che devono uccidere il maggior numero di nazisti possibile per seminare il terrore tra i soldati nemici. L'obiettivo finale del gruppo, i "Basterds" (storpiatura dell'inglese "bastards", bastardi, che Tarantino non ha mai ufficialmente spiegato), sarà quello di uccidere Adolf Hitler. Il film arriverà nelle sale italiane il 2 ottobre.