Pieraccioni "cattivo e cinico", Chiatti folle sul set. Addio alle vecchie commediole

A 20 anni da I laureati il regista e attore toscano volta pagina. Basta storielle sentimentali di provincia. A fianco a sé una partner scatenata

Pieraccioni 'cattivo e cinico', Chiatti folle sul set. Addio alle vecchie commediole
di Emanuele Bigi

Leonardo Pieraccioni a 20 anni da I laureati dice addio alla commedia sentimentale. “Ormai a 50 anni è cambiato tutto: il metabolismo, il colesterolo e anche i miei film subiranno una sterzata – confessa il regista toscano da Formia dove sta girando Il professor Cenerentolo (nelle sale dal 10 dicembre) – qui non si parla di romanticismo, il mio personaggio non approccia le donne con le rose o con le poesie di Prevert, vuole concludere la serata arrivando subito al sodo”. Umberto è un disgraziato, sommerso dai debiti, che decide di rapinare una banca, il colpo però non andrà come doveva e così trascorre quattro anni in carcere. Qui incontrerà la bella e folle Morgana (Laura Chiatti), della quale non si innamorerà, “diciamo che questa volta la dichiarazione d’amore è rivolta a Martina, la figlia di quindici anni, con la quale Umberto vorrebbe restaurare un rapporto incrinato”.

Le paure di un padre per la figlia - Ecco, arriverà al cinema l’animo di Pieraccioni padre, non a caso Martina è anche il nome di sua figlia di 5 anni, alla quale dedica il film. “E’ da quando è nata che tutta la mia attenzione si è spostata – ci racconta – da ora in poi le mie commedie inevitabilmente ne risentiranno. Magari un giorno racconterò le paturnie di un babbo verso la figlia di 37 anni che per la prima volta porterà a casa il suo fidanzato. Perché credo che questo avverrà proprio a quell’età”. Poi gli chiediamo quali siano le paure per la figlia. “Gli amori, i maschi – risponde – per questo le sto suggerendo di farsi suora, rimanere illibata e sposare nostro Signore”. La vita reale inevitabilmente influenza la vita d’artista e anche l’amore rientra nell’ingranaggio. Ne Il professore Cenerentolo Umberto non si innamora, così come sta accadendo in questo periodo a Leonardo. “Sì, non sono innamorato, infatti credo di entrare in convento con mia figlia e farmi frate. Mi do 5/6 anni di tempo”. Poi corre sul set. Si ricomincia a girare sotto il sole cocente.