Insinna, Sordi ci ha insegnato dignità

Insinna, Sordi ci ha insegnato dignità
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 4 MAR - ''Chissà cosa penserebbe oggi Alberto Sordi dell'Italia e di Roma... città eterna che alcuni stanno facendo di tutto per non rendere più eterna''. E' fra le riflessioni, che fa Flavio Insinna, spiegando perché ha accettato di fare da voce narrante a Una storia tutta italiana, documentario di Federico Scardanelli, che esce oggi in dvd con Faber Editore. Mescolando le scene di 16 film e materiale di repertorio, si ripercorrono circa 50 anni del Paese, dal 1918 a fine anni '60. Il film non fiction, che ha il patrocinio della Fondazione Alberto Sordi (a cui Insinna ha devoluto il suo compenso), parte da La grande guerra e passa fra gli altri per Polvere di stelle, Una vita difficile, Il vigile, Il boom, Il medico della mutua fino a 'Riusciranno i nostri eroi...''. ''Dai suoi film dovremmo trarre un sussulto di identità orgoglio, dignità come italiani - dice Insinna -.Ci ha fatto ridere talmente tanto, troppo, che non ci siamo vergognati dei nostri difetti. Eppure il suo messaggio era 'Non si fa così''.