Henry Winkler, da Fonzie di "Happy Days" ad autore di successo

Henry Winkler, da Fonzie di 'Happy Days' ad autore di successo
TiscaliNews

Ha passato metà della sua vita all'ombra di Fonzie il celebre personaggio di Happy Days, poi ha deciso di scrivere romanzi per bambini e ha riscosso un nuovo clamoroso successo. Henry Winkler aveva appeso da tempo i panni di Arthur Fonzarelli, il duro con il giubbotto in pelle che ha regalato tanto successo alla sit-com degli anni Settanta Happy Days, ma era rimasto imprigionato nel suo personaggio più famoso. Non trovando più ruoli importanti a Hollywood, l'attore ha deciso di coltivare la sua antica passione: scrivere libri. Il risultato è stato sorprendente e oggi Winkler a 64 anni si gode il suo successo letterario con oltre 2, 5 milioni di copie vendute negli Stati Uniti e il primo contratto per la distribuzione in Gran Bretagna.

Da Fonzie a Hank Zipzer - La chiave di questo fenomeno letterario è un un bambino dislessico che si chiama Hank Zipzer. Per il protagonista dei suoi diciasette libri, Winkler si è ispirato alle sue esperienze giovanili segnate dalla dislessia. Secondo l'attore il suo personaggio ha successo proprio perché è vero. "A scuola dicevano che non sarei mai riuscito ad apprendere e fui inserito nel 3% degli studenti più scarsi d’America - ha dichiarato l'attore al Telegraph -. Quando sono riuscito a leggere il mio racconto avevo già superato i trent'anni. Anche quando inziai a lavorare sul set di Happy Days avevo difficoltà a leggere il copione e quindi mandavo tutto a memoria".

I nuovi progetti di Winkler - L'attore ha aderito a un programma del governo inglese per incentivare gli studenti più piccoli con ritardi di apprendimento. Winkler sta girando attraverso l'Inghilterra per raccontare la sua esperienza, ma è già al lavoro per creare un nuovo personaggio. La nuova serie si intitolerà Ghost Buddy e racconterà la storia di un tredicenne e del suo amico immaginario.