Molestie, Asia Argento nella bufera per aver pagato un giovane attore che l'accusa di violenza sessuale

Secondo il New York Times, l'attrice avrebbe fatto sesso con Jimmy Bennett in una stanza d'albergo nel 2013, quando lui era minorenne. Le foto dell'incontro

Da grande accusatrice ad accusata. Asia Argento di nuovo nella bufera. E questa volta in una veste del tutto nuova. L’attrice e regista italiana, tra le prime accusatrici del produttore americano Harvey Weinstein in merito ad abusi e violenza sessuale, leader mondiale del movimento #MeToo, questa volta è finita sul banco degli imputati e proprio per lo stesso motivo.

Ad accusarla, secondo quanto rivelato dal New York Times, è l’attore e musicista Jimmy Bennett, che oggi ha 22 anni ma che 5 anni fa, quando aveva 17 anni, afferma di aver fatto sesso con Asia Argento, o meglio di essere stato aggredito sessualmente, in una stanza d’ albergo in California. Ma l’età del consenso in quello Stato è di 18 anni. Secondo il quotidiano americano, l’attrice italiana avrebbe pattuito attraverso i suoi avvocati di pagare 380 mila dollari al suo accusatore.

Il selfie a letto

La richiesta di risarcimento danni da parte di Bennett che secondo il suo legale “è stato segnato dall’episodio in modo tale che anche la sua carriera ne ha risentito”, è risalente allo scorso novembre, ovvero un mese dopo le accuse dell’attrice all’ex mogul di Hollywood. L’accordo raggiunto è testimoniato da una mail criptata ricevuta dal NYT e contenente i documenti legali oltre che un selfie di Asia e Jimmy sdraiati su un letto, una foto scattata proprio il 9 maggio del 2013, quando sarebbe avvenuta l’aggressione. Tra l’altro alcuni post del 2013 sull’account Instagram di Asia Argento testimoniano l’incontro. In uno Asia scrive: Aspettando il figlio tanto atteso, il mio amore @jimmymbennett”. Dopo, lo stesso giorno, lei pubblicò diverse foto insieme scrivendo: “Il più bel giorno della mia vita”.

Asia Argento e Jimmy Bennett in una scena del film "Ingannevole è il cuore più di ogni cosa".

La prima tranche del pagamento, pari a 200 mila dollari, pare sia stata pagata lo scorso aprile.I due attori avevano lavorato insieme nel 2004 nel film “Ingannevole è il cuore più di ogni cosa”, tratto dall’omonimo romanzo di J.T.Leroy e diretto dalla stessa Argento che nella pellicola interpretava la madre del ragazzo, allora un bambino di 7 anni.

Nessun commento da parte dei protagonisti

Per ora né Asia Argento né Jimmy Bennett hanno voluto commentare l’articolo. I legali di lui hanno fatto sapere che “Jimmy continuerà a fare ciò che ha fatto negli ultimi mesi e anni: concentrarsi sulla sua musica”.Nell’articolo del NYT si leggono anche le parole che l’avvocato di Asia Argento Carrie Goldberg scrisse nell’aprile scorso in una lettera che confermava l’accordo finale. L’avvocato sperava che i soldi “avrebbero aiutato il signor Bennett”. Ma la portata della notizia è tale che difficilmente non se ne parlerà ancora.