Colpo di scena, Johnny Depp e l'audio che inchioda Amber: "Era lei la violenta"

tavolta ci sono anche le registrazioni a dare supporto  alle parole dell'attore. In un audio ascoltato in aula si sente Amber Heard ammettere di aver colpito il marito

TiscaliNews

Colpo di scena al processo Johnny Depp contro Amber Heard. Al terzo giorno di deposizione, Depp ha raccontato nei dettagli le violenze subite dall'ex moglie, descrivendola come una persona violenta e aggressiva. Ma stavolta ci sono anche le registrazioni a dare supporto  alle parole dell'attore. In un audio ascoltato in aula a Fairfax, in Virginia, si sente Amber Heard ammettere di aver colpito il marito.

"Amber ha bisogno di conflitti e di violenza. E la violenza scoppiava dal niente dentro di lei". Depp ha giurato di non aver mai picchiato l'ex moglie, conosciuta sul set del film "The Rum Diary" del 2009, sposata nel 2015 e da cui ha divorziato due anni dopo pagando alimenti per sette milioni di dollari. Era Amber, ha detto, che era violenta con lui: come quando, in Australia, gli tirò addosso due bottiglie di vodka dopo che lui aveva suggerito di firmare un accordo post-matrimoniale. Nell'incidente il vetro mozzò a Johnny la punta di un dito portando allo stop delle riprese del film "Pirata dei Caraibi", ma l'attore non denunciò la moglie alla polizia perché non voleva "che finisse nei guai".

La corte ha ascoltato anche un nastro con una lite della coppia in cui Amber ammette di aver "colpito" il marito chiamandolo "un f***uto bebé". Depp, che ha 58 anni, ha trascinato davanti al giudice la 36enne Heard accusandola di avergli rovinato la carriera con un editoriale sul "Washington Post" nel 2018 in cui parlava di violenze domestiche.