Checco Zalone, il tapiro di Striscia e la replica a Verdone: "Hai detto una c....a"

Il comico pugliese riceve a sorpresa la visita di "Striscia la notizia" e approfitta dell'occasione per rispedire al mittente le "critiche" del collega

Checco Zalone, il tapiro di Striscia e la replica a Verdone: 'Hai detto una c....a'
di M.E.P.

Prosegue non senza "intoppi" la mostruosa scalata di Checco Zalone e della sua ultima fatica "Quo Vado". Sì, perchè mentre il comico pugliese si gode il record di incassi al botteghino, qualcuno ha deciso di guastargli in qualche modo la festa, almeno in senso ironico. E' il caso di Valerio Staffelli, che come tradizione vuole gli ha consegnato un tapiro d'oro nuovo di zecca. Il perché dell'omaggio, solitamente riservato ai flop è presto spiegato: secondo Striscia la Notizia e il suo noto ambasciatore, Zalone non sarebbe riuscito ancora ad incassare 100 milioni di euro dopo dieci giorni di proiezione. "È dura – ha commentato il comico ricevendo il premio - Stamattina mia figlia si è svegliata e mi ha sputato perché il mio film non ha fatto 100 milioni. Vuole essere figlia di Leonardo di Caprio..."

La mini polemica a distanza con Verdone - Ma non finisce qui. Staffelli, dopo aver consegnato il tapiro, ha riportato a Zalone le critiche di Carlo Verdone. Il regista romano, dopo essersi complimentato per il grosso successo del comico ( "Speriamo faccia il più possibile nel più breve tempo possibile") aveva aggiunto che a tale successo ha contribuito il fatto che i suoi film sono presenti in più di mille sale. Al che Zalone, dopo aver precisato che stima moltissimo Verdone e che lo considera un grande maestro, lo ha ammonito: "Ha detto una c....a" spiegando: ''Se metti un film con Staffelli in 1.200 sale fai un flop''. Un modo simpatico per dire all'amico Verdone che la distribuzione poco conta se il film non piace.

Albanese, l'amicizia e il nuovo film in arrivo - Ma ci sarebbe un ulteriore retroscena, almeno a giudicare dalle voci che circolano sul web e secondo cui le accuse di Verdone troverebbero una giustificazione nel fatto che il comico romano è grande amico, nonché collega sul set di Antonio Albanese, stesso mestiere, stessa regione di Zalone. Non solo. Amici a parte, sorge un altro dubbio. Dato che Carlo Verdone e Antonio Albanese saranno presto sul grande schermo con "L’abbiamo fatta grossa" (nelle sale dal 28 gennaio), è probabile che la frecciata al comico pugliese sia un modo per mettere le mani avanti qualora il film non ottenga il successo sperato. Chissà.