Cameron: "Alita? Si farà, ma soltanto dopo Avatar 2"

Cameron: 'Alita? Si farà, ma soltanto dopo Avatar 2'
TiscaliNews

La pazienza dovrà durare almeno fino al 2013. E' la nuova, ipotetica, data d'uscita di Battle Angel Alita, stabilita dal re di Hollywood, James Cameron. Dopo aver polverizzato con Avatar tutti i record di incasso (che già deteneva), il regista canadese torna a parlare del suo adattamento del celebre manga di Yukito Kishiro. Ma solo per confermare che Alita diventerà realtà soltanto quando sarà completata la lavorazione del seguito di Avatar.

Ma non si intitolerà Avatar - Cameron, a margine della cerimonia dei Visual Affects Society Awards che lo ha visto trionfare, ha rivelato di voler dare una dimensione ancora più ultraterrena e spirituale al secondo capitolo di Avatar. Che avrà un altro titolo: "La ragione è che alla fine del primo film Jake Sully non ha più un avatar e non è nemmeno più una creatura umana" ha spiegato, "con l'aiuto di Eywah, grande divinità madre della natura su Pandora, Jake è rinato alla vita Na'Vi. Il prossimo film potrebbe chiamarsi proprio Na'Vi, anche se non c'è ancora niente di deciso e anche il mio coinvolgimento nel progetto è da formalizzare. Di certo esploreremo in modo più profondo la nuova vita di quello che, in forma umana, si chiamava Jake Sully". Cameron ha assoluta fiducia in questo progetto così visionario: "Abbiamo preparato il pubblico per poterci spingere molto oltre quanto mostrato in Avatar, abbiamo idee e mezzi per proseguire il viaggio senza annoiare gli spettatori". In particolare, nel prossimo film sul "popolo azzurro" ci sarà più spazio per gli oceani alieni e le loro meraviglie, e la narrazione si sposterà lontano da Pandora, in una galassia completamente nuova.

Vantaggi per Alita - Il regista è certo di poter approfondire, anche dal punto di vista "filosofico", la narrazione di Avatar (considerata da molti stereotipata e supericiale) e di poter completare il secondo film in tempi relativamente brevi il seguito del grande successo cinematografico. Il motivo è che tutto l'impianto grafico e tecnologico a lungo elaborato per Avatar è già pronto, e su quel "motore" si innesterà anche la realizzazione di Battle Angel Alita. La sceneggiatura del film sulla ragazzina cyborg, guerriera sperduta in un futuro in cui le disparità sociali sono massime, e alla ricerca della propria identità, è stata affidata a Laeta Kalogridis, grande fan del manga e tra i produttori di Avatar. Ancora non si sa chi interpreterà Alita, per i casting c'è ancora tempo.