Kim Rossi Stuart: "Ho scritto dei racconti e penso di farne un film. La scrittura mi ha reso più libero"

Codice da incorporare:
di Askanews

 

Roma, (askanews) - Kim Rossi Stuart ospite della XIX edizione del Festival del Cinema Europeo a Lecce ha incontrato il pubblico e ha ricevuto l'Ulivo d'oro alla carriera. Il Festival gli ha reso omaggio con una selezione di alcuni suoi film più rappresentativi come "Romanzo criminale" e "Tommaso", di cui ha curato la regia.Ha iniziato giovanissimo a recitare, lasciando la scuola a 14 anni per dedicarsi alla sua futura professione e studiare teatro. Da allora di strada ne ha fatta tanta. "Avevo il sogno molto forte di fare l'attore, portare avanti questo mestiere e farlo in un certo modo, e vedo che più o meno l'ho fatto".

Oltre a essere uno degli attori più apprezzati del nostro cinema, ha diretto da regista "Anche libero va bene" oltre a "Tommaso", ha sempre continuato con il teatro e ora si sta dando alla letteratura. Con un libro di racconti che si è divertito a scrivere negli ultimi mesi. "La scrittura ti rende molto più libero, che non le regole di una messa in scena, piena di condizionamenti"...Nelle sue regie voleva raccontare i percorsi interiori dei personaggi. Stavolta: "I percorsi interiori li ho solo narrati con un io narrante, ed è stato liberatorio".Arriverà forse una terza regia: "Sono quasi tutti racconti che mi suggeriscono l'idea di farne una versione cinematografica, quasi tutti".