I Tetes de bois a Festival di Abbabula, Satta: posto magico

Codice da incorporare:
di Askanews

Roma, (askanews) - Ad agosto (3,4,5) torna a Monte d'Accoddi il festival d'Abbabula, organizzato dal 1996 dalla cooperativa delle Ragazze Terribili e che vede quest'anno un cartellone d'eccezione: dopo un'anteprima con Mannarino (il 15 luglio a Riola Sardo), arrivano artisti come Ex-Otago, Stefano Bollani Quartet e Baustelle.E ancora: Cesare Basile, Daniele Sepe, Maldestro e i Tetes de Bois. Abbiamo intervistato Andrea Satta, leader del gruppo folk-rock inventore del palco a pedali: "Intanto per me è un ritorno a casa, emozionatissimo, perché la storia della mia famiglia è una storia sarda, del nord della Sardegna. Questo posto si chiama Montedaccoddi, è un posto straordinario, un'area del neolitico, un posto di grandissima magia, straordinaria suggestione e io sono molto contento che le ragazze terribili mi abbiano invitato a raccontare la nostra lettura delle cose, il nostro mondo fatto di percorsi periferici che va in posto che è così periferico che è il centro del mondo"."Alla fine porteremo delle canzoni, canteremo sul palco è difficile dire cosa c'è di lavoro dietro tutto quello che faremo, è la storia di un uomo che si mette sulla scena e racconta attraverso i suoni, attraverso la chitarra elettrica, attraverso un piano e una tromba e le parole di una canzone dove sta e cosa lo attraversa in quel momento", ha spiegato.E intanto il gruppo che si è formato a Roma nel 1992 e che ha ricevuto nel 2015 la targa Tenco per l'ultimo lavoro "Extra" dedicato a Léo Ferré, prepara un nuovo lavoro:"Abbiamo un nuovo disco, non dico in arrivo, ma insomma diciamo che fra un anno di questi tempi suoneremo un nuovo disco in giro per l'Italia", ha rivelato.