Dopo l'arresto, Ziad Doueiri alla prima de "L'insulto" a Beirut

Codice da incorporare:
di Askanews

Roma, (askanews) -Dopo il breve arresto al suo rientro da Venezia, il regista libanese Ziad Doueiri ha partecipato alla prima a Beirut de "L'Insulto" (The Insult), il suo ultimo film, a cui è andata la Coppa Volpi come migliore attore protagonista per il palestinese Kamel El Basha. Quest'ultimo ha dichiarato:"E' stata una grande sorpresa. Non mi aspettavo di vincere questo premio. Sono rimasto davvero sorpreso".Il regista Doueiri è stato rilasciato lunedì (11 settembre), dopo essere stato ascoltato da un tribunale militare in Libano perché accusato di avere viaggiato in Israele per girare alcune scene di un suo precedente film (The Attack), trasferta vietata ai cittadini libanesi dalle leggi libanesi. Sulla prima si è limitato a dire:"Il film 'The Insult' racconta la storia di due persone normali, due persone della classe media, che hanno una lite banale, su un canale e una tubatura. Cominciano a insultarsi e la cosa si complica prima di arrivare in tribunale".L'attrice libanese Rita Hayek:"La mia parte è quella di una donna di nome Chirine, moglie di Tony, uno degli attivisti e combattenti del partito delle Forze Libanesi. Chirine è una donna incinta che sostiene il marito e lei è la voce della ragione nella vita di lui. Una fonte di ottimismo, perché si sente male davanti alla guerra".