Striscia affonda il colpo: "Il televoto del festival di Sanremo era truccato"

Il tg satirico getta fango sulla kermesse canora appena conclusa rendendo pubbliche le dichiarazioni di un giornalista presente in sala stampa

di M.E.P.

Che l’inviperito Antonio Ricci si fosse ormai arreso all’evidente successo del suo “nemico” Claudio Baglioni suonava in effetti un po’ strano. E difatti, calato il sipario sul festival di Sanremo, eccolo partire di nuovo alla carica per il tramite del suo “braccio armato”: Striscia La Notizia. Con una accusa che lascia l’amaro in bocca, a prescindere che sia o no fondata. E che segue l'onda di disprezzo condensato nella frase "Baglioni? L'autore di un verso osceno come 'accoccolati ad ascoltare il mare'".

Il colpo inferto è di quelli durissimi

Il risultato finale – secondo quanto sostiene in Tg satirico - sarebbe stato truccato. Tradotto in realtà: i nomi dei vincitori sarebbero stati resi noti alla sala stampa ventuno minuti prima che venisse chiuso il televoto. Non una denuncia nata dal nulla, ma avvalorata dalla viva voce di chi era presente sul posto. E che risponde al nome di Dario Antonio, di professione giornalista. Sue le parole che riportiamo e che Striscia ha reso pubbliche.

Il testimone: ecco che cosa è accaduto 

"Voglio segnalare, denunciare quello che è accaduto alla finale. Alle 00:39, ventuno minuti prima della chiusura ufficiale del televoto in diretta, in sala stampa è giunta la notizia che i vincitori del festival erano Ermal Meta e Fabrizio Moro". Il giornalista ha poi aggiunto: "Ho prontamente pubblicato questa notizia sul blog Controcomunicazione.com, c’è un post con l’orario specifico della pubblicazione con il quale anticipavo la notizia e ora sono qui per denunciarlo. Nel momento in cui ho capito che il televoto era chiuso prima che lo annunciassero in diretta, l’ho fatto presente, ma mi hanno fatto spallucce”. Vero, falso? Ne sapremo certamente di più nelle prossime puntate di Striscia.