Renzo Arbore: "Torno su Rai2 per merito di Mika"

Renzo Arbore: 'Torno su Rai2 per merito di Mika'
di Adnkronos

Roma, 7 dic. (AdnKronos) - di Antonella NesiIl Cacao Maravigliao, unico esempio di sponsor finto, il tormentone delle interferenze telefoniche dei poliziotti di volante1-volante2, la sigla del 'vengo dopo il tiggì', le ragazze coccodè, le canzoni 'Sì, la vita è tutta un quiz' e 'C'è chi c'ha', il comandante Renzo Arbore sulla tolda e il 'bravo presentatore' Nino Frassica. Sono passati 30 anni ma personaggi e gag di 'Indietro tutta', che debuttò su Rai2 il 14 dicembre del 1987, sono rimasti impressi nell'immaginario collettivo di più generazioni. Per questo Arbore e Frassica, insieme alla conduttrice Andrea Delogu, torneranno sulla seconda rete Rai il 13 e il 20 dicembre prossimi con 'Indietro tutta 30 e lode', per ricordare a chi c'era e spiegare a chi non c'era questo programma "sui generis", "basato in gran parte sull'improvvisazione", che ironizzava sulle trasmissioni dell'epoca che ostentavano ricchezza e pacchianeria ed elargivano milioni di montepremi, in ossequio all'Auditel che era nato solo un anno prima. "Pensate che questo programma si fa grazie a Mika che aveva visto delle puntate di 'Indietro tutta', era rimasto folgorato e mi volle ospite del suo programma. Così cominciammo a parlare con Ilaria Dallatana (l'ex direttore di Rai2, ndr.) dell'anniversario ed eccoci qua", racconta Arbore."Non ho mai concesso bis nella mia carriera televisiva. Ma questa volta mi ci sono avvicinato, seppure inventando un nuovo format, quello dell'omaggio romantico ad una pagina irripetibile di tv, basata su un tipo di umorismo che tecnicamente non siamo riusciti a definire in altro modo se non 'cazzeggio'...", dice Arbore. "Abbiamo pensato che dopo 30 anni era meglio evitare di riconvocare in tv combattenti e reduci. Così abbiamo adottato una formula che abbiamo sperimentato già parlando dei miei programmi nelle università". In un gioco di rimandi il programma alternerà racconti e aneddoti di Arbore e Frassica e spezzoni delle 65 puntate di 'Indietro tutta' andate in onda all'epoca (tutte disponibili da oggi su Rai Play) e, in omaggio ad una tv sempre "molto radiofonica" (dove, non a caso, "le telefonate avevano un ruolo centrale"), andrà in onda in simultanea anche su Radio2.Un format "didattico" che secondo Arbore e Fabio Di Iorio, responsabile intrattenimento di Rai2, potrebbe essere replicato su altri momenti storici della tv. "C'è stato un lungo periodo in cui la tv italiana era la più bella del mondo. Spero che la Rai rilegga quelle pagine perché c'è da imparare per fare la tv del futuro", sottolinea Arbore. "Indietro tutta non risulta datata perché rifuggiva dall'attualità, era davvero un programma a futura memoria, fatto per restare. Non come la tv di oggi, che è tutta usa e getta, una 'fast-tv' che è vecchia già il giorno dopo", aggiunge. Contento di tornare su Rai2, la rete su cui ha realizzato più programmi, Arbore (i cui programmi sono sempre stati prodotti all'interno dell'azienda) non nasconde di aver attraversato momento alterni nei rapporti con la Rai: "Qualche direttore probabilmente pensava che mi stessi dedicando solo alla musica, qualcun altro che a 80 anni mi fossi rincretinito. Ma io sono l'unico che non ha mai tradito la Rai per fare tv altrove", conclude Arbore.