Daniela Bongiorno: "Mike mi amava. Ma c'è una cosa che non gli ho mai perdonato"

Sono trascorsi otto anni da quando suo marito non c'è più ma lei ne parla con l'amore di chi ha vissuto insieme per oltre 40 anni, condividendo di tutto

Continua a parlare con lui perché le dà pace ma una cosa gliela rimprovera ancora: amava talmente il suo pubblico che succedeva spesso si dimenticasse di lei. Anche tra la folla. Sono trascorsi otto anni da quando Mike Bongiorno non c'è più ma Daniela parla di lui con l'amore di chi ha vissuto insieme per 40 anni, condividendo tante gioie ma anche tante sofferenze. "Era passato attraverso le prove più difficili - racconta in una lunga intervista al quotidiano La Repubblica, e teneva da parte la cintura che indossò nei campi di concentramento". Quella esperienza lo aveva segnato, inevitabilmente. E la sua compagna di una vita lo ha vissuto in qualche modo sulla sua pelle: "Era riuscito a farcela e per questo era un esempio molto forte. Anche faticoso per i figli", confessa.

Divisi da un muro, ma morivamo dalla voglia e venne giù

Daniela Bongiorno di Mike ama soprattutto ricordare qualche aneddoto sulla loro lunga storia d'amore. Come ad esempio di quella volta in cui, dopo aver improvvisato un finto matrimonio con un amico negli Usa, Mike reagì talmente male che si trovò separata legalmente e costretta a dover vivere in casa divisi da una porta di legno. Poi però prevalse l'amore, ma anche il desiderio fisico di ritrovarsi. "Una notte andai a dormire da lui, racconta. Lui moriva dalla voglia e io pure, così la porta venne giù e l'avvocato andò su tutte le furie". Freddo, a causa di genitori autoritari e anaffettivi, aveva un modo di corteggiare tutto suo. "A volte sembrava di avere la televisione accesa in casa", racconta Daniela Bongiorno.

Il primo incontro, poi quello decisivo

Il loro primo incontro, al quale ne seguirono tanti altri, risale alla fine degli anni Sessanta. Allora Daniela aveva appena 19 anni e fu colpita da quel ragazzotto, di ventisei anni più grande, che era già famoso. "Aveva degli occhi azzurrissimi e delle ciglia molto lunghe", ricorda. Ma oltre all'aspetto fisico, che non passava certo inosservato, a colpirla fu "la conversazione brillante" il fatto che ne sapesse più di lei. Si incontrarono più volte, anche per caso. Ma quando accadde a San Martino, in val Caudina, lui capì che quella donna doveva essere sua. "Mi disse: 'Ora che ti ho trovato non ti lascio più'", racconta Daniela. Alternativa lei, rigoroso e sicuramente poco trasgressivo lui, riuscirono comunque a costruire qualcosa di importante insieme. Anche perché agli occhi di Daniela Bongiorno lui era comunque "un artista cresciuto a New York, figlio di divorziati, inventore della tv". Si sposarono a Londra, dopo aver acquistato una specie di quadretto con un ritratto di famiglia. Che lei conserva ancora a casa, la stessa condivisa con Mike per 42 lunghi anni.