Besson, papà e Bowie lassù vedranno film

Besson, papà e Bowie lassù vedranno film
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 13 SET - Un bel caravanserraglio di colori luci, oltre cinquecento razze diverse, paesaggi lunari e spiagge assolate, astronavi, donne virtuali meravigliose e creatività con dentro una storia d'amore. Parte sulle note del mitico brano di David Bowie, Space Oddity. È Valerian e la città dei mille pianeti il nuovo film di Luc Besson, il regista di Léon, Il Quinto Elemento e Lucy, basato sulla Graphic Novel di successo mondiale "Valerian e Laureline". La più grande produzione indipendente europea (budget da 180 milioni di euro) per questo film che sarà in sala con 01 dal 21 settembre in circa 500 copie. ''Ho dedicato il film a mio padre perché è lui che mi ha dato il fumetto a dieci anni e ho ora il rimpianto che non lo ha potuto vedere (è morto durante la lavorazione durata quattro anni). Ma lassù - ha detto il regista oggi a Roma - ci saranno sale per vedere film senza gli occhialetti 3d. Lo vedrà, spero insieme a David Bowie. E visto che siamo a Roma chiederò al Vaticano se ci mette una buona parola''.