Aurora Ramazzotti e quel ricordo che fa tremare di paura: "E' cambiato tutto"

La primogenita di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti oggi debutta in prima serata nel programma "Vuoi scommettere" accanto a sua madre. Una tappa importante dopo la paura vissuta quando anonimi volevano sfregiarla con l'acido

di M.E.P.

Tante volte in passato Michelle Hunziker aveva accarezzato l'idea di poter un giorno condividere tutto con sua figlia comprese quelle emozioni che prova ogni volta che si accinge a calcare il palcoscenico televisivo. E certamente non si aspettava che quel suo sogno potesse realizzarsi così presto. Ora manca solo una manciata di ore, visto che proprio oggi 17 maggio, prende il via "Vuoi scommettere", il game show di Canale cinque che le vede entrambe protagoniste, una accanta all'altra, per la prima volta. E per giunta in prima serata: mamma Michelle come conduttrice, e la 'piccola' Ramazzotti, nel ruolo d'inviata speciale.

"Rispetto i pregiudizi e le critiche"

Una sfida importante per Aurora, che ha ottenuto la fiducia di Mediaset e che non vede l'ora di strapparsi di dosso quell'etichetta di "figlia di" che le sta stretta soprattutto dopo il battesimo di "XFactor", dove ha condotto il daily senza deludere le aspettative, ma tirandosi dietro anche tante critiche. E come spesso accade quando la vita ti propone delle sfde important, ecco che l'occasione è buona per fare un bilancio su ciò che è stato, sulla lunga strada che ha condotto Aurora ad essere ciò che è oggi. Ed è di questo che la primogenita di Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker parla in una lunga intervista alla 27ora del Corriere della Sera. Dove cita ad esempio uno degli episodi che hanno letteralmente stravolto la sua esistenza ovvero le minacce ricevute da sua madre da anonimi che chiedevano soldi, per non gettare dell’acido in faccia alla figlia.

La paura, poi la consapevolezza: "Mi ha dato una scossa"

Un momento terribile per Aurora, spogliata con violenza della sua spenseratezza e catapultata in un mondo dove occorre guardarsi intorno ogni momento. "Da un giorno all’altro ho dovuto adattarmi a un’altra persona, che è la guardia del corpo che vive con me da allora. All’inizio ho preso le distanze da tutto: sono tornata da mia madre e non ho più visto nessuno. Avevo paura. Ora ho un equilibrio ma faccio il triplo più attenzione. Se penso a come ero, è assurdo". E ancora spiega: "Oggi convivo con la consapevolezza del rischio, ma mi ha dato una scossa. Prima non pensavo al futuro: doveva arrivare il momento in cui mi inquadravo".

Ma non toccate mamma e papà: "Eros dà perle su cui riflettere"

Dopo la grande paura, per Aurora è arrivato anche il momento più importante, almeno per ora, della sua vita professionale. La chiamata di Mediaset, appunto, per condurre un programma con sua madre. Della quale, superati i momenti in cui da ragazzina si scontravano spesso, ha una grande stima. Per questo quando qualcuno osa criticare lei e così pure suo padre, scatta come una molla. "Impazzisco. Mia mamma ne ha vissute tante... non l’ho mai vista stare male per cose futili". Per Eros, il suo papà, le parole sono quelle di una figlia innamorata pazza. "Mio padre è un narratore esterno, una presenza onnisciente che si inserisce nel momento più adatto e dà perle su cui riflettere".