Fiorello tira le orecchie ai titolisti dei giornali: "Vogliono creare una polemica con Fazio"

Fiorello tira le orecchie ai titolisti dei giornali: 'Vogliono creare una polemica con Fazio'
di Cinzia Marongiu   -   Facebook: Cinzia su Fb

È l’unico che, pur nella sua beata lontananza dal piccolo schermo, riesce sempre a far notizia e prendersi la scena. A volte anche a dispetto della sua volontà. Lui naturalmente è Rosario Fiorello e lo ha fatto anche in questo fine settimana appena trascorso. Prima, in calzoncini e racchetta alla mano, è stato uno dei mattatori al Foro Italico di Roma del “Tennis and Friends”, manifestazione che mette insieme sport e prevenzione. Eccolo mentre gioca a tennis con l’amico Paolo Bonolis, eccolo mentre scherza con Maria De Filippi e Lorella Cuccarini, eccolo mentre lancia un messaggio chiaro e importante come: “La prevenzione è fondamentale per capire in anticipo quello che poi, un mese dopo, potrebbe diventare gravissimo. Bisogna vincere la paura. Ci sono tante persone che si sono salvate grazie alla prevenzione”.

Le battute con Orfeo

Poi, sempre nella serata di sabato eccolo showman sul palco dell’Auditorium della Conciliazione in “Stasera Fiorello per la solidarietà”, spettacolo benefico a favore dell’ospedale Fatebenefratelli sull’Isola Tiberina. Il parterre è quello delle grandi occasioni e in sala tra Renzo Arbore e Nicola piovani c’è anche il direttore generale della Rai Mario Orfeo. Ed è proprio rivolto a lui che Fiorello scherza così: "Ti piacerebbe avere uno così su Rai1, eh? Guarda come ballo il tip tap: solo con questo facciamo il 28% di share". E ancora: "In Rai so che si guadagna bene... Fazio prende tutti quei soldini e fa un programma seduto. Ma se io lo faccio in piedi il programma?". Fino a chiamare i due fratelli Orfeo (l’altro è Luigi, primario del nosocomio) e invitarli entrambi sul palco per “fare tutti insieme i Bee Gees”: “Con questa su Rai1 facciamo il 40%”. Naturalmente gli articoli sui giornali non si sono fatti attendere, anche perché, dopo l’annuncio della chiusura di EdicolaFiore su Sky, ogni gesto o battuta di Fiorello viene letto o interpretato come un indizio del suo imminente sbarco sulla Tv di Stato con un programma di seconda serata. E d’altra parte non è un mistero che la Rai da anni sogni di riportare a casa il numero uno dello spettacolo italiano.

Su Instagram con "gli amici del baretto"

Ma sono proprio i titoli degli articoli a lui dedicati sui quotidiani che, questa mattina, hanno attirato l’attenzione di Fiorello durante una delle sue estemporanee incursioni sui social con gli immancabili “amici del baretto”. “Devo fare una tiratina d’orecchi ai titolisti perché mentre negli articoli le battute vengono riportate correttamente, rispettando il tono di comicità e ironia nelle quali sono state pronunciate, quando poi si tratta di titolare vengono fuori delle cose distorte. Guardate questo titolo: “Fiorello: “Con me alziamo lo share””. Se un lettore leggesse soltanto questa frase sicuramente penserebbe: “Ammazza, quanto è presuntuoso Fiorello”. E poi, il sottotitolo, è ancora più fuorviante: “Il comico cerca uno spazio nella Rai”. Come se io andassi lì tutti i giorni a bussare alla porta: “Mi fate lavorare?”. E guardate quest’altro titolo, sembra quasi vogliano creare una polemica con Fazio: “Fiorello duetta con Orfeo e punge Fazio: “Prende tutti quei soldi seduto”. Come se io non guadagnassi niente. Ragazzi, io guadagno più di Fazio se vado in televisione. Lo dico senza vergognarmi. Sono partito da zero, senza raccomandazioni e senza niente. Sono arrivato a una certa popolarità e adesso guadagno. Mi devo pure vergognare? No.  Quella era una battuta estrapolata da un contesto comico. Ecco questo ve lo dico per farvi capire come funziona delle volte la carta stampata. E se tu li chiami e dici che non era così loro ti rispondono: “Eh, ma l’articolo è una cosa, il titolo un’altra”. Insomma, non se ne esce. E poi, però, dicono che la carta stampata non vende”. La veloce rassegna stampa nel corso della quale Fiorello omaggia il giornalista sportivo Aldo Biscardi leggendo alcuni suoi strafalcioni diventati popolari negli anni, si conclude con un messaggio per tutti i fan di EdicolaFiore: “Un giorno torneremo”. E c’è da scommetterci che Fiore li troverà tutti ad aspettarlo.