Stylophonic: "Con 'We Are' ritorno al futuro"

Stylophonic: 'Con 'We Are' ritorno al futuro'
di Adnkronos

Roma, 15 mag. (AdnKronos) - L’8 giugno esce “We Are” il nuovo atteso album di Stylophonic. Nato a Milano ma formatosi come dj e producer a Londra e ora conosciuto in tutta Europa, autore di grandi hit come “Baby Beat Box” e “Soul Reply”, Stylophonic, all'anagrafe Stefano Fontana, ha registrato a New York il nuovo disco, scritto con il cantante funk originario del Bronx Kena Anae e mixato da Dave Darlington (già ingegnere del suono per Sting, Bob Sinclair, Master at Work e tanti altri). Il singolo ufficiale che anticipa l’uscita dell’album è “Imagination Funk Funk Funk”, da venerdì 18 maggio in radio, in digital download e sulle principali piattaforme streaming, promosso a livello internazionale da Your Army Music Promotion. Stylophonic, con le sue hit entrate nel patrimonio della scena elettronica e clubbing italiana, ha fatto ballare milioni di ragazzi negli anni 2000; il suo nome ha conquistato così tanta fama che si sono serviti delle sue produzioni anche nel mondo della moda (è stato music designer per brand come Adidas, Mtv, Coca Cola, Dolce&Gabbana) e del pop (ha coprodotto “Buon Sangue” di Jovanotti, ha collaborato con artisti come Giuliano Sangiorgi, Samuel Romano e Caparezza, nel suo album del 2013 “Boom!”). “We Are” (Beat Mansion Records / Universal Music) è il quinto album di Stylophonic, un ritorno alle sue prime produzioni e un cambio di rotta rispetto al precedente “Jam The House”, che era un prodotto per i club e per i DJ, tutto dancefloor. È anche il primo disco ad uscire per Beat Mansion Records, la label da lui fondata. "Sono orgoglioso di questo disco perché il suo incrocio di stili mi rappresenta in pieno, come producer e come dj: house, funk, techno Detroit e feeling hip hop. Ho realizzato un sogno che avevo da adolescente, quello di lavorare a New York con un bravo cantante come Kena Anae, producendo nei mitici Bass Hit Studios, da cui sono usciti i più importanti lavori dei Masters at Work dagli anni '90 ad oggi. Al mio fianco ho avuto una persona fantastica, Dave Darlington, penso l’ingegnere del suono più importante per chi segue il suono 'house' e in generale il suono di NY negli ultimi 30 anni", racconta Stefano Fontana.