Ricky Martin, il ruolo di latin lover e la precisazione sulle canzoni: "Uso lei, ma la verità è un'altra"

Il cantante parla del nuovo disco "Fiebre", di identità sessuale e del suo ruolo di sex symbol. Poi sul film su Versace rivela: "Un contributo per i gay"

di M.E.P.

Sono lontani i tempi di "Livin la vida loca", ma il fascino latino di Ricky Martin è rimasto lo stesso e, nonostante l'outing di qualche anno fa, il cantante portoricano che oggi ha 46 anni si diverte a provocare il gentil sesso con le sue movenze. Al punto che, ancora oggi, nonostante la sua omosessualità, continua ad essere considerato un sex symbol. E anche nel suo ultimo disco "Fiebre", parla in realtà di una lei e non di un lui. "Uso lei ma dietro puo' esserci un lui o una persona trans - chiarisce in un'intervista al Corriere della Sera, in cui spiega anche che "l'amore e l'identità sessuale si manifestano in diversi modi e nessuno può permettersi di giudicarli".

Qualle scelta difficile: fare coming out

In realtà, la decisione di fare coming ot era stata per Ricky Martin piuttosto sofferta, come ha spiegato pochi mesi fa al The Daily Show With Trevor Noah, ripercorrendo i primi anni della sua carriera in cui l'immagine di sé che offriva  fuori, non era quella che sentiva dentro. "Ci ho messo un po'. Ero circondato da amici che mi dicevano: "Non fare coming out o sarà la fine della tua carriera'. "C'erano persone che mi amano, che avevano buone intenzioni, e altre erano solo vittime dell'omofobia. Sono cresciuto in questa cultura in cui mi dicevano che i miei sentimenti erano orribili, il male". "E se ci aggiungi che ero visto come un rubacuori, un sex symbol... ecco perché mi dicevano che la mia carriera sarebbe finita".

Il corteggiamento su Instagram, poi le nozze con Yosef

Coming out a parte, gli ultimi anni della star portoricana, sono stati molto intensi. Ricky Martin, a gennaio, è convolato a nozze con il compagno Jwan Yosef, con il quale si erano conosciuti tramite Instagram. Sei mesi di scambi sul social ed era scoccata la scintilla. Poi era arrivata la proposta: Martin si era è inginocchiato ai piedi dell'artista iraniano e lui aveva risposto sì. Ricky Martin è anche un padre dolcissimo: Matteo e Valentino sono due gemelli, nati nel 2008, da una mamma surrogata. "Era la soluzione più veloce ed ho pensato "Ce la farò e lo affronterò senza paura'", aveva detto il cantante all'epoca quando la notizia aveva destato scalpore. 

Il film di Versace? il mio contributo per le relazioni gay

Sessantamila milioni di dischi venduti e protagonista negli anni '90 dell'ondata latina insieme a Shakira, Enrique Iglesias, Ricky Martin di recente ha avuto un ruolo importantissimo anche nella ficton dedicata all'omicidio di Gianni Versace, dove ha intepretato la parte del compagno dello stilista ucciso. "Quella morte mi ha commosso ma anche fatto arrabbiare - spega al Corriere -. C'era un serial killer che era nella lista degli uomini più ricercati, ma la polizia ha girato la testa perché uccideva i gay". Ecco perché, Ricky Martin è stato entusiasta di quella parte. E' stato - come avrebbe spiegato ai media - il suo contributo per normalizzare le relazioni gay"