Red Canzian, l'anima zen e vegana del Festival: "Ecco che effetto fa ritrovarsi in gara con altri due ex Pooh"

Codice da incorporare:

È l'anima zen e vegana del Festival, anche se sul palco è il più rock di tutti. Insomma una contraddizione vivente che si chiama Red Canzian. Una contraddizione ben rappresentata da questa intervista "on the road" in mezzo al traffico impazzito di Sanremo  ma contrappuntata dal suo tono di voce sempre calmo e serafico: "Vivo questo Sanremo in modo sereno, gioioso... senza stress. Circondato dall’amore protettivo della mia famiglia e dalla cura dei miei discografici e collaboratori. Ho lavorato tanto e con scrupolo a questo progetto e sono tranquillo".

La sua canzone "Ognuno ha il suo racconto" è fortemente autobiografica e "descrive la mia vita un po' nomade". In questa videointervista concessa a Tiscali.it Red si racconta senza remore, parla del suo nuovo progetto discrografico "Testimone del tempo", del nuovo tour che lo aspetta con uno spettacolo interamente costruito sulla storia del rock e dei musicisti che lui ama di più. E naturalmente parla di quegli straordinari 50 anni con i Pooh e dell'effetto che fa ritrovarsi in gara a competere con Roby Facchinetti e Riccardo Fogli.