Flop Divo Nerone, produttori "bugie"

Flop Divo Nerone, produttori 'bugie'
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 12 LUG - "Devastante. La sospensione che ci hanno imposto è stata devastante, per i mancati incassi, per l'interruzione delle prenotazioni dei tour operator. Anche le trattative con la Rai si sono interrotte. Ma come imprenditore non mollo". A parlare è Cristian Casella, produttore, insieme con Jacopo Capanna, di "Divo Nerone - Opera Rock", il musical firmato da Franco Migliacci e 4 premi Oscar come Dante Ferretti, Francesca Lo Schiavo, Gabriella Pescucci e Luis Bacalov, per la regia di Gino Landi, andato in scena, finora, appena 12 giorni nella Vigna Barberini sul Colle Palatino, prima dello stop imposto "con provvedimento emesso dalla Polizia locale". Al centro di polemiche da mesi, "con notizie spesso non vere", ora lo show potrebbe tornare in scena il 7 agosto. "Stiamo verificando ci siano tutte le condizioni", spiega Casella, che una volta per tutte vuole fare chiarezza, a partire dalla scelta "non nostra" della location, i ritardi nel rilascio dei permessi, l'accanimento di "certa stampa".