Conchita Wurst, il sesso e la malattia confessata sotto ricatto

La cantante drag queen ha ammesso di essere stata contagiata dall'Hiv e di essere stata costretta a renderlo pubblico per via delle pressioni di un ex. Basterà a salvarlo/a da futuri ricatti?

Redazione Tiscali

Per l'anagrafe è Thomas Neuwirth, 29enne austriaco. Per il mondo della musica pop è Conchita Wurst, cantante drag queen che gioca con la mescolanza delle fattezze fisiche e del genere sessuale. Il vincitore dell'Eurovision Song Contest col brano Raise A Phoenix, l'anno dopo ospite speciale del Sanremo condotto da Carlo Conti, ha ammesso pubblicamente (tramite il suo profilo Instagram) di essere malato da anni. E di aver dovuto ammettere la sua condizione sotto ricatto di un ex. 

Il virus

"Sono positiva all'Hiv da molti anni - ha scritto Conchita Wurst - una cosa in realtà irrilevante per il pubblico, ma un mio ex ragazzo ha minacciato di rendere pubbliche queste informazioni private e non potrò mai dare a nessuno il diritto di spaventarmi e influenzare la mia vita". La drag queen ha spiegato di essersi sottoposta al trattamento da quando le è stata diagnosticata la malattia e di essere quindi sotto il limite di rilevabilità della sieropositività, tanto da non essere in grado di trasmettere il virus. "Spero di dare coraggio agli altri - spiega su Instagra - e di fare un altro passo contro la stigmatizzazione di persone che, attraverso il loro comportamento o quello degli altri, sono state contagiate dall'Hiv". Wurst ha aggiunto di voler rendere pubblica la sua diagnosi sia per risparmiare alla sua famiglia la pubblicità, sia "perché secondo me è un'informazione rilevante solo per le persone con le quali c'è una possibilità concreta di avere contatti sessuali". Resta da vedere se questo fermerà il suo ex dal rendere pubblici altri dettagli dei loro incontri e delle rispettive abitudini sessuali. 

Neuwirth agli inizi della carriera, prima dell'invenzione di Conchita Wurst