L'ex signora Baglioni: "Siete dei pennivendoli". E per difendere l'ex marito ci va giù pesante

Paola Massari, accanto al cantante per anni e sin dagli esordi, picchia duro contro chi lo aveva criticato prima del festival di Sanremo

di M.E.P.

Sarà per quella maglietta fina che li unirà per sempre o perché accoccolati ad ascoltare il mare in fondo si stava benissimo, fatto sta che Paola Massari, ex storica di Claudio Baglioni riappare clamorosamente sulla scena proprio nel momento, forse più importante della carriera del cantante e a pochi giorni dalla chiusura del festival che lo ha visto protagonista. Non per soffiarlo alla sua nuova compagna, almeno non apparentemente, ma per difenderlo dall’ipocrisia di chi un tempo lo trattava quasi da artista di serie b, che cantava l’amore stucchevole, e oggi plaude al suo clamoroso successo.

L'attacco di Paola Massari

L’ex signora Baglioni, spettatrice importante nonché musa del cantante di Centocelle ha affidato a Facebook i suoi pensieri al vetriolo. “Eh no, cari polverosi pennaioli, coevi ingloriosi dei gloriosi anni 70. Portabandiera dei detrattori, d'un colpo folgorati e redenti. Quelli per i quali la dignità del sentimento si riduceva a banale sentimentalismo. Quelli che, o si trombava nelle stanze fumose delle aule occupate, o si era mentecatti romantici. Quelli per cui interpretare la vita senza l'ausilio di uno slogan preso in prestito dalla eco della piazza, relegava la reputazione al marchio di una mosceria giuggiolona e disimpegnata". Po i toni si fanno ancora più duri. "Non è con questo tono pacificatore spolverato di paraculaggine – scrive ancora su Fb – che tutto si archivia in barba alla memoria. Fu puro bullismo ideologico. L’esercizio di un vizio atavico e asservito alla pochezza. Estraneo al pensiero libero. Li ricordo tutti, uno per uno, i giornalisti che infierivano impietosi, mentre nel contempo esibivano uno spudorato pregiudizio favorevole riservato agli eletti sdoganati da un battesimo politico, quando affermavano serenamente e pubblicamente cose del tipo: “Del disco di De Gregori parlerò bene pur senza averlo ascoltato”, mentre quello di Baglioni veniva stroncato a scatola chiusa”

Aldo Grasso: "E' una dichiarazione d'amore"

Insomma, che l’amore sia finito poco importa. La signora Massari, ex nostalgica o mamma chioccia che difende il proprio pargolo dagli attacchi esterni, ci va giù pesantissima. E il suo proclama non sfugge ai più attenti, vedi Aldo Grasso. Che in quelle parole, come commenta sul corriere della Sera, intravvede dell’altro. "A leggere bene l'invettiva – scrive il noto opinionista sul Corriere della Sera -, si capisce che è una grande dichiarazione d'amore nei confronti dell'ex marito e di quel magico istante in cui i due stavano accoccolati ad ascoltare il mare. Sì, si chiede Grasso, ma cosa ne dirà la Seconda Signora Baglioni, che da più di vent'anni convive con il divo Claudio?".