Sanremo, Morgan se la prende con Ermal Meta e Fabrizio Moro. E volano insulti

Sanremo, Morgan se la prende con Ermal Meta e Fabrizio Moro. E volano insulti

Sanremo che vai, polemica che trovi. Impossibile pensare al Festival della Canzone Italiana senza il consueto corredo di chiacchiere e discussioni che spesso includono sia i partecipanti sia gli esclusi. La prima grossa polemica del Sanremo targato Baglioni porta la firma di uno degli artisti più provocatori e anticonformisti della musica italiana e cioè Morgan, nome d’arte di Marco Castoldi. Qualche mese fa l’ex cantante dei Bluvertigo non aveva fatto mistero del suo desiderio di partecipare alla kermesse sanremese annunciando di avere tra le mani “la più bella canzone italiana degli ultimi 49 anni”. Canzone che, però, evidentemente non deve essere piaciuta alla Commissione artistica presieduta da Claudio Baglioni che non lo ha inserito tra i 20 Big della 68esima edizione del Festival. La cosa non è piaciuta a Morgan che pochi giorni dopo l’annuncio avvenuto a dicembre ha annunciato via social un drastico cambiamento di vita.

Ma evidentemente l’esclusione dal Festival continua a briciare parecchio e così lunedì 15 gennaio, ospite del “Barone Rosso”, programma di Red Ronnie sulla sua Roxy Bar Tv, Morgan si è lasciato andare a giudizi poco lusinghieri sugli artisti scelti da Baglioni e in particolare sui due grandi favoriti di questa edizione e cioè Fabrizio Moro ed Ermal Meta, i due cantautori che si presentano insieme con il brano “Non mi avete fatto niente”.

Le parole di Morgan, la replica di Ermal Meta

Ecco che cosa ha detto Morgan: “Fabrizio Moro! Cioè il Sanremo di Baglioni lo vince Fabrizio Moro, che poi sta con Ermal Merdal. Cioè Meta, come Metadone”. Il gioco di parole sul suo cognome non ha affatto divertito il cantautore di origine albanese che su Twitter ha risposto così: “Caro @InArteMorgan anni fa in un’intervista dicesti “se non amo l’uomo, non amo l’artista”. Spero che tu sia orgoglioso dell’uomo che sei. Io di me lo sono anche se tu mi definisci Merdal o Metadone. Io però non capisco perché non sono esperto in nessuna delle due cose. #mah”.

E la polemica continua fino a notte fonda

Finito? Neanche per sogno. A stretto giro, sempre su Twitter, ecco la controreplica di Morgan: “Brillante replica quella di @MetaErmal devo dire. Non capisco come faccia però a non intendersi di merda visto che è un essere umano e in quanto tale la gestisce quotidianamente. Inoltre andrà a #Sanremo con @FabrizioMoroOff”. Il tweet arriva alle undici di notte del 16 gennaio ma la polemica non rispetta nemmeno il riposo notturno. Così, sono quasi le tre del mattino del 17 gennaio quando Ermal Meta si rifà vivo. Il tono è piuttosto malinconico: “Che tristezza Marco. Il primo viaggio che ho fatto appena ho preso la patente era per venire ad un tuo concerto. Che amarezza. Basta con queste cazzate, non sperperare il tuo immenso patrimonio musicale. Pubblica un disco e lasciaci tutti senza parole. Io almeno ti aspetto ancora”. A questo punto è facile immaginare che non finisca qui. Si farà vivo anche Fabrizio Moro?