Clementino e il Primo Maggio: "Farò cadere la piazza. Fiorello a sorpresa? Non parlo"

di Cinzia Marongiu   -

Felice. Verve partenopea, simpatia contagiosa, energia vulcanica. Clementino arriva sul palco del Concertone del Primo Maggio da conduttore e non sta più nella pelle: "Farò cadere la piazza". In realtà su quel palco il rapper napoletano non porterà soltanto l'esperienza accumulata in dieci anni di animazione nei villaggi turistici: "quando mi davano una parrucca e una scopa e mi dicevano: "E mo' fai uno spettacolo di due ore". Su quel palco naturalmente canterò anche e porterò soprattutto le mie canzoni più impegnate sul sociale. Che poi è proprio il mio campo d'azione. Ai ragazzi vorrei dire di non perdere la speranza di realizzare i loro sogni. L'importante è non buttarsi giù e non farsi travolgere dalla noia". 

Con lui sul palco di piazza San Giovanni a Roma per la lunga maratona tv trasmessa in diretta da Raitre e da Rai Radio2 ci sarà anche Camila Raznovich: "Insieme siamo esplosivi". E poi c'è il mistero Fiorello, col quale si è scambiato alcuni messaggi. Ecco che cosa ci ha raccontato nella videointervista concessa a Tiscali.it.