Lo schianto in auto all'alba: multata e condannata Fiore, figlia di Dario Argento

La figlia maggiore del re dell'horror era finita con la sua macchina contro un palo. Trasportata in ospedale, aveva un tasso alcolico troppo alto

Fiore e Dario Argento
Fiore e Dario Argento
Redazione Tiscali

Il botto in macchina contro un palo. L'ambulanza che l'accompagna in ospedale, dove si scopre che il suo tasso alcolemico è superiore alla norma. Ora arriva la condanna e la multa per Fiorella Argento, in arte Fiore, figlia del regista Dario Argento e sorella maggiore di Asia. I fatti risagono all'aprile del 2014, quando la Argento, già attrice lanciata dal padre, poi passata all'attività di stilista, salì sulla sua automobile all'alba, dopo una serata precedente all'insegna dell'allegria e dell'alcol. Troppo, evidentemente (oltre due grammi per litro, la legge consente fino a 0,5 grammi/l) anche a distanza di ore, per permetterle di guidare in sicurezza. Per quei fatti Fiore Argento è stata condannata a 4 mesi e al pagamento di una multa di duemila euro.

"Uccisa" da papà Dario agli esordi

Oggi 47enne, Fiore Argento è figlia della relazione avuta da Dario con Marisa Casale (Asia è figlia dell'unione con Daria Nicolodi). Aveva esordito a soli 15 anni sul set con il padre che realizzava Phenomena uscito nel 1985. Qui Fiore interpretava la parte di una giovane brutalmente assassinata nei boschi della Svizzera, dove poi arrivava la protagonista interpretata da Jennifer Connelly (lanciata da Sergio Leone ancora bambina e poi attrice premio Oscar). Altre apparizioni negli horror Demoni (di Lamberto Bava) e Trauma (uno dei film più sanguinosi del padre). Poi la decisione di seguire la vocazione di stilista. Fino all'incidente del 2014. La pena è stata sospesa. 

Fiore Argento fotografata in vacanza con la sorella minore Asia