Il consulente al processo: "Ecco quanto guadagnava Fabrizio Corona in nero"

Andrea Perini, professore, commercialista e consulente della difesa dell'ex agente fotografico, ha ricostruito le cifre dagli "appunti manoscritti" dello stesso

Il consulente al processo: 'Ecco quanto guadagnava Fabrizio Corona in nero'
Redazione Tiscali

In meno di 9 mesi, tra il novembre del 2015 e il luglio del 2016, Fabrizio Corona ha guadagnato per le sue serate in locali e discoteche "883mila euro in nero" e in più ha ottenuto altri "compensi non fatturati" per 326mila euro per un totale di oltre 1,2 milioni, ossia più di 130mila euro al mese. Lo ha spiegato in aula Andrea Perini, professore, commercialista e consulente della difesa dell'ex agente fotografico, testimoniando nel processo milanese con al centro quei circa 2,6 milioni di euro in contanti trovati in parte in Austria e in parte in un controsoffitto.  

Le cifre ricostruite attraverso i manoscritti

Il consulente - in linea con la tesi della difesa che ha sempre evidenziato le grosse somme in nero percepite da Corona e che sostiene che si è trattato al massimo di una questione fiscale - ha ricostruito le cifre dagli "appunti manoscritti" dello stesso Corona. Perini ha anche chiarito che "Corona ha un debito personale col Fisco di 9 milioni di euro, grossa parte di sanzioni, ma le sue società hanno pagato 6 milioni di imposte".