Il calvario di Albano e gli amici sciacalli che speculano sulla malattia

La Power non ha mancato di stigmatizzare come "sciacalli " quanti - anche fra gli amici di Al Bano - hanno approfittato per quarto d'ora di celebrità per ottenere visibilità sulla pelle del cantante

Il calvario di Albano e gli amici sciacalli che speculano sulla malattia
di Monica Setta

Non era finita, non finisce mai così velocemente quando la ruota gira in senso inverso. Appena tre mesi fa - poco prima delle feste di Natale- Al Bano era stato colpito da due infarti. Ricoverato in un ospedale romano, se l'era cavata con un grosso spavento ed un'operazione destinata ad inserire un paio di stent nel suo cuore. Tutto sembrava tornato alla normalità quando domenica scorsa - rientrando da una tournée nelle Marche - il cantante si è sentito male ed ha deciso di fermarsi a Bari. Ai medici del nosocomio pugliese sono bastate tre visite accurate per capire che si trattava di una ischemia tecnicamente chiamata "tia" ossia l'ultimo avviso prima del fatidico ictus.

Relax assoluto

Da Bari Al Bano è  stato trasportato nel centro specializzato del Vito Fazzi di Lecce dove Giorgio Trianni primario neurologo lo ha collocato nella divisione stroke unit iniziando immediatamente la trombolisi. A mezzanotte scorsa i medici - riportando in corsia l'illustre paziente - hanno di fatto sciolto la riserva: Albano è sempre stato vigile e cosciente anche se nei prossimi giorni verrà educato con la logopedia per un recupero più rapido. Non rischia la vita, questo è chiaro. Ma il calvario di Albano pare non finire più. Adesso, infatti, lo aspettano almeno un paio di mesi di assoluto riposo prima di riprendere la sua attività canora. Fosse per lui, ricomincerebbe domani ma non si può. Secondo i medici, gli infarti di dicembre sono strettamente correlati all'episodio ischemico del 19 marzo. Bisognerà fare ulteriori accertamenti ponendo l'illustre paziente in una situazione di relax totale. Albano rimane in ospedale fino a giovedì poi si deciderà se farlo rientrare a casa oppure spedirlo in una struttura per la riabilitazione.

Sulla pelle della star

Ieri sera insieme alla compagna Loredana Lecciso che non lo ha lasciato un attimo, sono giunti al suo capezzale i figli avuti con Romina Power mentre i due piccoli nati dall'amore per la Lecciso sono rimasti a Cellino informati costantemente sulle condizioni di salute del padre. A proposito di Romina c'è da segnalare sul web la presa di posizione della Power che non ha mancato di stigmatizzare come "sciacalli " quanti- anche fra gli amici di Al Bano - hanno approfittato per quarto d'ora di celebrità per ottenere visibilità sulla pelle del cantante. Nessun commento invece dalla Lecciso che ha aspettato di sapere che Al Bano stava meglio per confermare il suo debutto alla guida del programma Le donne lo sanno su Radionorba il 24 marzo. "Quando è successo il fatto sono andata in tilt ed ho pensato di cancellare tutto" spiega lei "ma poi ho capito che Albano stava meglio ed ho deciso di proseguire. Farebbe piacere anche a lui". Appuntamento infine venerdì alle 19 sul canale 730 di sky in diretta tv con Loredana che ci racconterà "anche" del suo Albano segreto. Auguri Leone di Cellino!