"Massimo Ciavarro del marxismo". "La filosofia non è per tutti". L'inedito scontro Lucarelli-Fusaro

Botta e risposta tra la popolare blogger e il filosofo. L'allievo di Costanzo Preve: "Da Lucarelli pregiudizi, canzonature, e ironie forzate e di dubbio gusto"

'Massimo Ciavarro del marxismo'. 'La filosofia non è per tutti'. L'inedito scontro Lucarelli-Fusaro
Redazione Tiscali

Selvaggia Lucarelli non risparmia nessuno. Se qualche personaggio desta la sua attenzione, la blogger più famosa d'Italia parte all'attacco armata della sua famosa e sferzante ironia. Nel mirino di Selvaggia è finito Diego Fusaro, filosofo e saggista, e ormai volto televisivo oltre che firma de Il Fatto Quotidiano. E proprio dalle pagine del quotidiano diretto da Marco Travaglio, è arrivato l'attacco di Lucarelli conto Fusaro.

"Il Massimo Ciavarro del marxismo rimasticato"

"Mi sono iscritta al canale YouTube di Diego Fusaro. Trascorro nottate con i video del Massimo Ciavarro del marxismo rimasticato, del secchione dall’occhio ceruleo, dell’uomo a cui non interessa la fenomenologia dello spirito ma fare il fenomeno e basta", ha scritto la blogger. E in più parti il nome di Diego Fusaro scompare per lasciare il posto a Max Ciavarro, il soprannome che Selvaggia Lucarelli ha affibbiato al filosofo.

E come per incanto i consigli a Cecilia Rodriguez per il Grande Fratello Vip e la conferma a Ballando con le stelle della Lucarelli incontrano Aristotele, Hegel e Marx di Fusaro. Mondi diversi che solitamente non comunicano . E infatti Fusaro scrive: "Debbo dire a mio disdoro che non conoscevo la signora Selvaggia Lucarelli. Ringrazio altresì la signora Lucarelli per essersi iscritta al mio canale Youtube e colgo l’occasione per rassicurarla del fatto che suddetto canale non è curato da me, ma da una mia validissima collaboratrice".

Fusaro, i video complottisti e gli insulti di Di Pietro

"Il nostro Marx Ciavarro pubblica con orgoglio anche altri video complottisti in cui sostiene che Mani Pulite sia stato un colpo di Stato. Pubblica perfino il video in cui lo dice con accanto Antonio Di Pietro, il quale, se fosse nella sua stalla di Montenero di Bisaccia, lo prenderebbe a badilate, ma siccome è in tv, si limita a rispondergli un misurato 'Ma che ca..o stai dicendo?. Fusaro non si scompone mai. Neppure quando lo sfan...ano quelli che non lo sopportano, cioè tutti". Ed esattamente come con Di Pietro, Fusaro evita la rissa verbale o scritta e replica: "Mi piacerebbe assai potermi confrontare con Lei ... Su temi di rilievo, ma purtroppo l’articolo da Lei redatto non lo consente, risolvendosi di fatto – me ne dispiaccio – in un coacervo di pregiudizi, canzonature, e ironie peraltro forzate e di dubbio gusto".

"La filosofia non è per tutti"

La bocciatura di Lucarelli pare senza riserva: "L'allievo di Marx pensa solo alla filosofia. E in fondo, sta riscrivendo la storia della filosofia: dal capitalismo trionfante al capitalismo tronfio". Ma Fusaro, dopo aver deciso di replicare, preferisce mettere le distanze con Lucarelli. "Il sottoscritto, sia chiaro, sarebbe felice di ricevere critiche scientifiche che si avventurassero più in là della mera furia del dileguare dell'insulto e della canzonatura - scrive il filosofo su Lettera43 - in una parola, sarebbe felice di poter filosofeggiare con quanti non ne condividono visioni e tesi. E però, come disse Hegel, 'nella filosofia non hanno diritto di parola quelli che vogliono discorrere in modo non concettuale'".