"La luna allo zoo" è il nuovo libro di Roberto Addeo

'La luna allo zoo' è il nuovo libro di Roberto Addeo
di Askanews

Roma, 2 mag. (askanews) - Uno stile ruvido e diretto, pulp e "quasi grunge" come lo stesso autore ha dichiarato, è quello di Roberto Addeo nel suo nuovo libro "La luna allo zoo", un romanzo post-romantico, in alcuni punti tragicomico. Un romanzo esistenziale. Originario di Nola, classe 1982 Addeo è un batterista con diversi album all'attivo, registrati con differenti gruppi musicali del circuito bolognese. Dopo aver girovagato tra Napoli, Brescia e Bologna, da qualche anno si è trasferito in Sardegna, a Porto Torres. Tra i suoi interessi, oltre la letteratura, trovano grande spazio la musica e, non da ultima, la pittura. Questo è il suo secondo libro.Il racconto di una vita vissuta ai margini, con la dignità di chi crede ancora che ci possa essere un futuro migliore. Questo e altro è "La luna allo zoo" di Roberto Addeo, la confessione lucida e disincantata di un ragazzo che lotta ogni giorno per riservarsi un piccolo posto del mondo. Addeo dipinge con struggente poesia piccoli affreschi di vita quotidiana spesso crudeli e avvilenti, e li avvolge di una sottile ironia che permette al lettore di sperare che il protagonista ce la farà, che nonostante commetta errori e spesso si arrenda allo squallore della sua esistenza, troverà infine la forza di rialzarsi. Grazie al potere salvifico delle parole e della letteratura, riuscirà a riequilibrare la sfortuna con la realizzazione dei suoi piccoli,raggiungibili sogni, dimostrando come basti poco all'uomo per essere felice.La luna allo zoo di Roberto Addeo è la storia di un venticinquenne arenato in una vita che non ha scelto, e che non lo sceglie mai. Una vita matrigna, che riserva solo dolore e umiliazione. "È dall'errore che si deve ripartire", ripete il protagonista, incapace di dare un senso a tutto ciò che gli è capitato ma persuaso dalla possibilità che errare vuol dire anche imparare e crescere, e che prima o poi ci sarà un errore che porterà a un vero cambiamento, a una vera vita. Ambientato in una Bologna divisa tra chi può e chi vorrebbe, tra realtà paradisiaca e inferno metropolitano, il romanzo è raccontato in prima persona da un reietto della società, un giovane che si arrangia e che a volte si autodistrugge, consapevole di essere solo al mondo. È una storia di disperazione esistenziale, di un momento della vita in cui si ha intorno solo buio.