Febbre da cavallo debutta a teatro

Febbre da cavallo debutta a teatro
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 15 MAR - C'è Mandrake, alias Bruno Fioretti, attore-fotomodello disoccupato ma dagli incredibili stratagemmi per tirarsi fuori dai guai. Armando Pellicci, detto Er Pomata per via della brillantina, ex fantino e vero scienziato dell'ippica. E Felice, guardamacchine abusivo. A quarant'anni dall'uscita al cinema, Febbre da cavallo, il film cult di Steno, debutta a teatro, dal 16/3 al 9/4 al Sistina di Roma, trasformato in commedia musicale da Enrico Vanzina (che con Steno e Alfredo Giannetti firmò la sceneggiatura), per la regia di Claudio Insegno e supervisione artistica di Enrico Brignano. Nei panni che nel '76 furono di Gigi Proietti, Enrico Montesano e Francesco De Rosa, questa volta approdano Andrea Perroni, Patrizio Cigliano, Tiziano Caputo. Maurizio Mattioli è lo squattrinato avvocato De Marchis e Sara Zanier è Gabriella, fidanzata di Mandrake, nel film interpretati da Mario Carotenuto e Catherine Spaack. Con loro, tutto l'universo di Mandrakate, Piripicchio, Soldatino e D'Artagnan, Whisky Maschio Senza Rischio