Bonaiuto-Placido, insieme a teatro

Bonaiuto-Placido, insieme a teatro
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 3 GEN - "Sì, sono recidiva. Sposo Placido per la terza volta. Anche se qui, non è che vada molto bene...". Ride Anna Bonaiuto con l'ANSA. Mentre al cinema è la zia di Giovanna Mezzogiorno nella Napoli velata di Ozpetek, in teatro si prepara al debutto di Piccoli crimini coniugali, commedia noir del belga Éric-Emmanuel Schmitt, in cui torna al fianco di Michele Placido, che firma anche adattamento e regia (5-7/1 Masini di Faenza, poi tappe anche a Brindisi, Lecce, Pavia, Catania, Messina, Reggio Calabria, Bologna, Perugia, Savona, Carpi). Dopo il film su Giovanni Falcone e la miniserie tv Il sequestro Soffiantini, i due si ritrovano in scena, in una lotta tra uomo e donna, nei panni di due coniugi alle prese con la perdita di memoria del marito. "La mia Lisa incarna quel miscuglio che a volte sono le donne. Si sa che la catastrofe dovrà scoppiare e a provocarla è naturalmente lei, come nella vita", dice la Bonaiuto, che Schmitt riprenderà anche La divina Sarah, dal 6 al 15/4 al Vittoria di Roma e poi in tournée.