Al Salone del Libro Gifuni legge Moro

Al Salone del Libro Gifuni legge Moro
di Ansa

(ANSA) - TORINO, 9 MAG - Fabrizio Gifuni porta in scena le parole di Aldo Moro - quelle che si cercò subito di arginare, silenziare e mistificare - alla vigilia dell'apertura del Salone del Libro di Torino, che cade a 40 anni esatti dall'assassinio dello statista. L'evento in anteprima, "Con il vostro irridente silenzio", alle Officine Grandi Riparazioni, è uno studio in forma di lettura dalle lettere dalla prigionia e dal memoriale di Moro, scelte dall'attore che ne ha curato la drammaturgia con la collaborazione di Christian Raimo, la consulenza storica di Francesco Biscione e Miguel Gotor e la sonorizzazione a cura di Gup Alcaro. "Credo che paradossalmente, ma neppure tanto, all'interno di quei 55 giorni che sono stati di sofferenze inimmaginabili e in uno stato di costrizione, Moro sia riuscito a scrivere e a mettere in campo tutte le note del suo spartito", dice l'attore. Lo spettacolo è preceduto dal reading del Premio Strega Paolo Cognetti da I boschi del Maine di Henry David Thoreau.