"Vi ho spinto a diventare omosessuali?": Bianca Pitzorno nell'occhio del ciclone reagisce così

'Vi ho spinto a diventare omosessuali?': Bianca Pitzorno nell'occhio del ciclone reagisce così
TiscaliNews

Il fatto risale a quasi due anni fa, quando, era il 21 giugno del 2016, il portale Osservatorio Gender pubblicò un articolo raccontando come una coppia di genitori di Carpi, nel Modenese, avesse deciso di ritirare il proprio figlio dalla scuola primaria Collodi dopo che la maestra aveva dato da leggere a casa "Ascolta il mio cuore", romanzo di Bianca Pitzorno accusato di diffondere la teoria gender.

La risposta di Bianca Pitzorno - Ora la vicenda torna alla ribalta in seguito a un post pubblicato da Bianca Pitzorno il primo marzo sulla sua pagina Facebook. La saggista e autrice di libri per ragazzi si dice "esterrefatta" e rivela di "avere paura" per i bimbi di "oggi". Alla luce dell'articolo, osserva Pitzorno, "posso dirvi che sono esterrefatta? Scopro solo oggi che una famigliola di Carpi, dopo aver ritirato il figlio da una scuola perché vi si insegnava, a loro dire, la cosiddetta "teoria gender", hanno scoperto con orrore che nella nuova scuola si faceva leggere ai bambini Ascolta il mio cuore e hanno chiesto che il libro fosse ritirato dalla biblioteca e mai più letto. Ora poiché so che molti dei visitatori di questa pagina mi hanno letto quando erano piccoli, vi chiederei una testimonianza personale. Vi ho spinto a diventare omosessuali?  O vi ho semplicemente 'spinto' a rispettare tutti gli altri anche se non la pensano come voi e non hanno fatto le vostre stesse scelte?".

"Comincio ad avere paura"- Quindi, argomenta Pitzorno, in un secondo post "comincio ad avere paura. Non per me, che ormai la mia vita l'ho vissuta, ma per chi è bambino oggi, a cominciare dal piccolino di Carpi, controllato ossessivamente dalla madre 'casalinga', spostato di scuola in scuola chissà con quali spiegazioni... E se da grande dovesse rivelare di avere tendenze omosessuali", aggiunge la scrittrice, "come verrà trattato da genitori tanto attenti al suo benessere? Verrà data la colpa a me, e lui sottoposto a elettroshock come il partner più giovane, 22enne, del 'caso Braibanti'? E poi, comunque, tutti i bambini, a prescindere di chi ameranno da adulti, che mondaccio li aspetta? Questo è solo un segnale. Staranno tornando i roghi?".

L'Osservatorio Gender insiste - Ieri il portale Osservatorio Gender ha dedicato alla 'querelle' un articolo intitolato 'Lo stupore della profetessa del gender Bianca Pitzorno' in cui viene tracciata la parabola della scrittrice e vengono riproposte parti dei suoi due post commentando un passaggio in cui, si legge sul portale, "la Pitzorno ironizza sulle donne 'casalinghe' ree, a suo dire, di controllare in maniera ossessiva i propri figli. In altre parole, le donne che scelgono di stare a casa con i propri figli sarebbero per la 'profeta del gender' - viene sottolineato - una sorta di 'donne di serie B' angosciate dall'educazione e dall'attenzione verso la propria famiglia".