Le 7 vite del Ca’ Foscari

redazione

Le 7 vite del Ca’ Foscari
di Cinematografo

La settima edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival andrà in scena dal 15 al 18 marzo all’Auditorium Santa Margherita di Venezia. Il Festival, pensato dai giovani per i giovani, è diretto da Roberta Novielli e vede protagonisti gli studenti volontari dell’università impegnati in tutte le fasi della sua realizzazione. Il manifesto di quest’anno è firmato dall’artista italiano Giorgio Carpinteri, al quale è dedicato anche un omaggio.

I 30 cortometraggi del Concorso internazionale provengono da 25 paesi e 29 scuole di cinema differenti. Tra questi tre sono italiani: Né leggere né scrivere con Roberto Citran fa rivivere l’Italia degli anni sessanta e la sua televisione didattica all’interno di una storia di crescita personale, mentre SELFIEsh ci riporta alla contemporaneità, col recupero di un rapporto diretto con i propri cari, dai quali spesso si viene distratti, persi fra fotografie compulsive e social network. Italiano-Alessandro Bellini- è il regista di Under the surface you are never alone, dramma a tinte quasi horror sugli effetti che un trauma può avere sulla mente di una donna provata. Proprio le alterazioni del reale sono protagoniste di molti lavori in Concorso: che si tratti di incubi a occhi aperti come nell’australiano Petrel o nel polacco The Inquest, o che siano dovute a psiche distorte come nel brasiliano Enzo e nel francese Claire, o ancora, realtà ‘inventate’, per fini spesso poco limpidi, come nel coreano I Saw It e nel tedesco Goldfish. In gara anche 2 documentari e 3 corti d’animazione. Ad assegnare il Grand Prix e la Menzione speciale Volumina sarà una giuria internazionale composta dall’eclettica artista francese Catherine Breillat, dall’attrice polacca Malgorzata Zajaczkowska e dall’animatore inglese Barry Purves, protagonisti anche di un programma speciale a loro dedicato. Tra i premi di quest’anno figura anche il primo Premio “Pateh Sabally”, dedicato al ragazzo tragicamente annegato nel Canal Grande lo scorso gennaio, mentre il Premio Levi alla miglior colonna sonora sarà assegnato da una giuria appositamente designata.

Cinematografo.