Scandalo molestie, Fausto Brizzi a pezzi. La moglie lo lascia e dietro l'angolo c'è un'altra bomba pronta ad esplodere

Coinvolto nello scandalo partito oltreoceano, il regista si difende dalle accuse, ma intanto deve vedersela con altri problemi, familiari e non solo

Redazione Tiscali

Demolito psicologicamente ma anche fisicamente. Dopo il fango che in poche settimane gli si è riversato addosso, Fausto Brizzi è la metà di se stesso e non si dà pace per quelle voci sempe più pressanti che lo dipingerebbero come un mostro alla Weinsten. L'attore, però, rinnega categoricamente di aver mai avuto "rapporti non consenzienti o condivisi". La dichiarazione, tramite i suoi legali, arriva dopo essere stato indicato appunto come l'autore delle molestie di cui avevano parlato alcune attrici italiane pur senza farne il nome a "Le Iene". Brizzi ha spiegato di aver "appreso con grande sconcerto dagli articoli apparsi su alcuni quotidiani dell'esistenza di ipotetiche segnalazioni di molestie fatte da persone di cui non viene precisata l'identità".

La moglie lo lascia. ll giallo della smentita

Il regista di "Notte prima degli esami" e "Maschi contro Femmine", minaccia querele. "Procederò in ogni opportuna sede nei confronti di chiunque abbia affermato e affermi il contrario", ha proseguito il regista. "In via precauzionale, e per evitare strumentalizzazioni, ho sospeso - ha quindi spiegato - tutte le mie attività lavorative ed imprenditoriali. Chiedo a tutti il massimo rispetto della privacy della mia famiglia e, in particolare, di mia moglie". Quest'ultima, dal canto suo, si è affrettata a far smentire tramite il suo avvocato le voci di una loro crisi matrimoniale. Ma secondo quanto scrive il Corriere della Sera la verità è che lei (Claudia Zanella, ndr) lo avrebbe lasciato andando via di casa con la loro figlia di tre anni. 

Dimagrito  e disperato

Ma intanto, il fango che in poche ore ha sepolto Brizzi lo ha segnato non solo psicologicamente. Secondo quanto scrive "ll Corriere della sera", gli amici lo hanno trovato disperato e dimagrito. Stando ai loro racconti Brizzi appare sconsolato. Non si dà pace di quanto è accaduto e dorme pochissimo. In più mangia poco e niente tanto da ver perso dieci chili in pochissimi giorni.

Warner potrebbe cancellare il suo nome dal film

Per bocca del suo avvocato, Brizzi ha fatto inoltre sapere di aver "sospeso tutte le attività lavorative e imprenditoriali" in via precauzionale. Da qualche giorno il suo nome non compare più tra gli azionisti della casa di produzione Wildside, della quale deteneva il 5%. Non solo. Il peggio potrebbe arrivare tra meno di un mese. Il 14 dicembre è prevista l'uscita del suo nuovo film, "Poveri ma ricchissimi", ma stando ad alcune voci che circolano negli ambient, la Warner Bros che lo ha coprodotto starebbe valutando di far uscire il film cancellando il nome del regista. Insomma, tempi durissimi per Brizzi