Articoli correlati

Amore e passione nell'adolescenza "Sospesa" di Margherita

di Andrea Curreli
Margherita ha diciotto anni e vive il disagio di quella fase di passaggio nota come adolescenza. Mollati gli ormeggi dell'infanzia e nonostante la sua bellezza si sente inadeguata e impacciata. Una situazione di disagio causata da quel passare forzato dai giochi con Barbie e Ken ai primi amori, ovviamente vissuti con un trasporto eccessivo come l'età impone. Amori idealizzati che si scontrano con quelli reali in un piccolo mondo fatto di litigi a scuola e grandi amicizie. "Ci fa comodo, credere che esista una persona eccezionale, che è lì pronta ad aspettarci. Come una riserva che tiriamo fuori quando siamo al limite", pensa la ragazza in una fase apatica. Margherita è la protagonista di Sospesa (Bevivino Editore collana Pickwick), opera prima di Maria Rita Chiara Pantaleoni. La scrittrice ha solo un paio d'anni in più rispetto alla sua eroina, è iscritta alla facoltà di Lettere moderne all'Università di Viterbo ma recita (ha esordito nel film La Madre di Angelo Maresca) e sfila. Il romanzo, che strizza apertamente l'occhio alla generazione alla quale appartiene la giovane autrice, è scorrevole e diretto.  Pantaleoni utilizza la formula dell'io narrante per ricostruire le vicende della sua Margherita.
Pantaleoni, come è nata l'idea di scrivere questo romanzo?
"Volevo realizzare uno dei miei tanti sogni: scrivere un romanzo. La protagonista è una ragazza della mia età che vive i primi amori e le prime passioni. E' una fase di crescita ma anche di trasformazione fisica. Si innamora di un ragazzo, ma non è una bella esperienza. In lei coesistono due realtà: una vera e una apparente. La seconda le serve per ritrovare la forza, andare avanti e affrontare i problemi della vita di tutti i giorni. Nella realtà che lei si costruisce, non esistono problemi. E' un romanzo dolce e amaro".
Lei e Margherita avete quasi la stessa età, dove finisce la finzione e inizia l'autobiografia?
"E' una storia costruita e non autobiografica, però qualcosa di personale ovviamente c'è. Quando uno scrive, è normale che emerga la sua personalità, il suo modo di pensare e di affrontare determinate situazioni. Quindi partendo dalla realtà, sono andata a modificare molti elementi per inventare la storia".
Quale aspetto vi accomuna e quale invece vi distingue totalmente?
"Il modo di pensare della protagonista è molto simile al mio. Anche la tendenza a isolarsi e perdersi in un mondo irreale. Anche io mi costruisco un mondo a parte nel quale mi rifugio. In questo mondo è tutto perfetto, armonioso e in sintonia. L'uomo è perfetto così come l'amore. Questa fuga nell'irrazionalità mi ha permesso di rialzarmi nei momenti più difficili. L'elemento dal quale mi allontano di più riguarda invece il sesso. Quella parte del romanzo è stata sicuramente gonfiata anche perché ritengo che determinate cose debbano restare strettamente personali".
Amore e passione si mescolano costantemente tra le pagine del suo Sospesa.
"Sì ho voluto descrivere quella chimica che nasce tra due persone che non si conoscono attraverso un semplice scambio di sguardi. A volte capita di vedere una persona che non conosci e provare un'emozione. Anche se non succede niente ti ritrovi a fantasticare su di lei. Questo penso sia accaduto un po' a tutti".
Il suo romanzo ha come target i suoi coetanei, che risposta ha avuto?
"Una risposta sicuramente positiva dato che è alla seconda ristampa. Si è creata una catena tra i miei coetanei, ma non solo, e il libro ha avuto un'ottima diffusione. La cosa più bella è stata il ringraziamento di una ragazza che mi ha detto: mi ha fatto provare tante emozioni perché quello che racconti io lo vivo ma non sarei mai riuscita a scriverlo.  E' bello sapere che tu trasmetti un'emozione perché la scrittura così come tutta l'arte in generale ha proprio questo scopo. Voglio però precisare che Sospesa non è stato letto solo dagli adolescenti, tanti adulti hanno apprezzato il mio libro non solo perché è molto leggero, ma anche perché descrivo sentimenti ed emozioni che non hanno età".
Sta già lavorando al secondo romanzo?
"Sì ma cambio argomento per immergemi in una realtà molto più dura. Non posso darti altri dettagli".
27 febbraio 2013
Diventa fan di Tiscali Spettacoli su FB
Stampa
 
  
 
radioCinema
© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali